Torna il festival della fiaba «Un paese incantato» a Campodimele

metropolisweb,  

Torna il festival della fiaba «Un paese incantato» a Campodimele

Campo di Mele. Torna il festival della fiaba «Un paese incantato», due giornate dedicate ai bambini e le loro famiglie, organizzate dal Comune di Campodimele in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Agenzia Arcipelago e Istituto di psicologia e ricerche socio sanitarie Immaginate un borgo antico, nel sud del Lazio e nei pressi di un Parco nazionale (Monti Aurunci), a una decina di chilometri da Gaeta.

Una costellazione di vicoli e stradine e in paese appoggiato su di un monte, una comunità di pochi abitanti, piazze medievali e vicoli, un’orizzonte che si perde nel verde… e nelle fiabe. A partire dal giorno martedì 27 settembre riprendono le attività fiabesche promosse dal Comune di Campodimele (festival della fiaba “Un paese incantato”) giunto alla XIII edizione.

Si tratta di eventi laboratoriali, incontri, mostre e spettacoli nel borgo antico che si terranno a Campodimele, nelle giornate del27 e 4 ottobre 2022 a partire dalle ore 10.30. L’evento inizierà lunedì 27 settembre 2022 con lo spettacolo di burattini del maestro bruno Leone dal titolo «Pinocchio e Arlecchino alla casa diPulcinella», dopo una introduzione in musica (Un paese incantato originale composizione della violinista Milo Beatrice) e proseguirà con i laboratori didattici e creativi a cura di Angela La Torre e proiezioni video di «Fiabe dalMondo», racconti di fiabe dal Portogallo, Spagna, Argentina a cura diRaffaele Mele presso il palazzetto della cultura; e infine martedì4 ottobre chiuderà con «Moby Dick»(videoproiezione) liberamente tratto da Herman Melville a cura di Ottavio Costa, e seguire l’originale racconto fiabesco «Le mille e altre notte di fiabe»con la scrittrice e pittrice Maria RosariaD’Acierno, lo spettacolo «La distanza della luna e altre fiabe»con burattini, pupazzi e teatrino pop up per raccontare fiabe nel borgo a curadi GuignolBand (Ana Liwski e Gianni Liberati)e il seminario formativo «Liberiamo le fiabe» per genitori e operatori a cura dello psicologo Giuseppe Errico la premiazione «La fiaba Magica»(premiati il giornalista-artista Luciano Scateni e il registra e drammaturgoDavide Iodice) e la mostra d’arte visiva«Fiabe in arte-Arte in fiaba» a cura di Roberto Sanchez/Giuseppe Errico con Alessandra Maisto, Luciano Scateni, Fabio Spataro, Sergio Spataro, Roberto Sanchez, Alfonso Caccavale,Luciano Matera, Maria Rosaria D’Acierno, Antonio Ciraci. L’evento si conclude con la proiezione opera«Di fiaba in fiaba». Proiezione diGatto&Capuano.«Questo percorso ormai annuale – afferma l’assessore alla cultura Tommaso Grossi del Comune di Campodimele – riprende il suo cammino dal vivo dopo il difficile momento epocale della pandemia, per rigenerare il territorio con l’arte e il sociale. Campo di mele è uno dei borghi più belli d’Italia, una splendida location per far rivivere l’immaginario creativo e creare giochi e eventi per i più piccoli».«Un progetto importante – commenta la presidente Angela LaTorre dell’aps Agenzia Arcipelago – che va verso il sociale, il gioco, la socialità e la creatività infantile. Mi piacepensare che i bambini già da piccoli vengano abituati ad ascoltare fiabe e racconti dal vivo a Campodimele e miauguro che saranno in tanti a vedere questi bellissimi spettacoli e questo borgo così affascinante e misterioso».«Il festival costituisce una grande opportunità sociale – conclude lo psicologo e direttoreGiuseppe Errico – è stato utile negli anni rafforzare questo percorso ricco di fiabe e sociale che, nel passare del tempo, acquisisce una dimensione “multidisciplinare” (artee psicologia, antropologia). Tutti, adulti e bambini, operatori e genitori, nel borgo antico di Campodimele, potranno interagire con gli operatori e con gli attori».

CRONACA