Michele Imparato

La Nocerina contro il Lavello di Zeman jr. Derby Paganese-Angri

Michele Imparato,  

La Nocerina contro il Lavello di Zeman jr. Derby Paganese-Angri

Oggi la serie D scende in campo per la quarta giornata. Turno posticipato a oggi perchè domenica si sono tenuten le elezioni politiche. Nel girone G, però, la quarta giornata si è già aperta nel week end scorso con il derby Nola-Portici finito 1-1 e in campo sono scese anche Monterotondo e Arzachena che hanno pareggiato 2-2. Vittoria dell’Atletico Utri contro l’Ogliastra per 2-1 e ieri il Sorrento ha sbancato Aprilia 2-0 portandosi in testa al girone G insieme a Pomezia, Arzachena e Monterotondo. Nel girone G oggi si gioca l’atteso derby Paganese-Angri al Marcello Torre senza tifosi grigiorossi visto il divieto. Una sfida antica e molto sentita che non si gioca dal 1999, tra l’altro sospesa per scontri tra le tifoserie. Impegno esterno per la Casertana di Parlato contro il Cassino. La Palmese di Pietropinto è di scena a La Maddalena, contro l’Ilva di Gardini. Ieri il club rossonero ha anche rinforzato la rosa con l’ingaggio del difensore Mileto. Nel girone H la Nocerina riceve al San Francesco il Lavello allenato da Karel Zeman, figlio di Zdenek. Il derby Puteolana-Cavese sarà soprattutto all’insegna del ricordo di Antonio Vanacore. A Pozzuoli, da puteolano doc, ha vinto anche un campionato di serie D, nella stagione 99/00. A Cava de Tirreni era il viceallenatore di Sasà Campilongo prima che il “nemico” si presentasse a cancellare i sorrisi di un grande uomo dentro e fuori dal campo. “All’amico Antonio, prima grande tifoso, e poi calciatore della Puteolana. Sei stato un Diavolo in campo ma eri un angelo dal cuore d’oro. Vola ancora su quella fascia, Campione”. Così recita il testo inciso nella targa che ricorda il grande sorriso di Antonio, che è rimasto anche nei cuori delle tifoserie di Benevento, Casertana e Juve Stabia, in Campania, per il cuore che, da “guerriero”, gettava sempre oltre l’ostacolo. Come a Catanzaro e a Potenza, e in Calabria. Da viceallenatore, invece, oltre all’esperienza di allenatore in seconda nel vivaio del Napoli, ha lavorato a braccetto con l’ex bomber granata Sasà Campilongo, all’Aversa Normanna, al Savoia nel 2018 e alla Cavese. Quel maledetto 16 marzo 2021, quella terribile notizia, mentre il mondo era in lockdown, scosse tutto l’ambiente del calcio italiano, e specialmente quello di estrazione meridionale.

red.spo.

CRONACA