Alberto Dortucci

Torre del Greco, niente proroghe per i precari: il caso-welfare finisce in Prefettura

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, niente proroghe per i precari: il caso-welfare finisce in Prefettura

Torre del Greco. Niente proroghe per i precari del settore politiche sociali: il caso-welfare di Torre del Greco finisce (nuovamente) all’attenzione del prefetto di Napoli.

E’ l’epilogo della decisione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba di non rinnovare i contratti ai lavoratori arrivati negli uffici degli ex Molini Meridionali Marzoli a metà 2019.

Al termine dell’ultima (e inutile) giornata di trattative con i rappresentanti della maggioranza di palazzo Baronale e con i dirigenti al personale e alla politiche sociali, i vertici provinciali di Cisl e Uil – rispettivamente Giuseppe Manfredi e Nicola Di Donna – hanno chiesto l’intervento del prefetto Marco Palomba per scongiurare il rischio di tagli, legato alla completa mancanza di personale, ai servizi essenziali per le fasce deboli della quarta città della Campania: «Dopo tre giorni trascorsi a spostarsi da un ufficio all’altro del Comune per dimostrare come le proroghe dei contratti del personale a tempo determinato dei servizi sociali si potessero firmare in quanto c’erano sia la copertura etero-finanziaria sia il supporto giuridico e amministrativo avallato dal dirigente al personale e dalla dirigente alle politiche sociali – si legge nella missiva inviata per opportuna conoscenza a tutti i consiglieri comunali di palazzo Baronale – il sindaco, pure essendo costantemente informato attraverso pec, non ha fornito la nota di indirizzo al dirigente per la definizione delle procedure, assumendosi, contro ogni principio etico e di buona amministrazione, la responsabilità della chiusura dei servizi rivolti a una cittadinanza debole e bisognosa».

Di qui, la richiesta di intervento al prefetto di Napoli  «a tutela della tenuta sociale messa a rischio dal comportamento del sindaco del Comune di Torre Del Greco».

©riproduzione riservata

CRONACA