Alberto Dortucci

Scontro tra bande di Ercolano e Portici: feriti 3 minori. Appuntamento per la rissa su Fb

Alberto Dortucci,  

Scontro tra bande di Ercolano e Portici: feriti 3 minori. Appuntamento per la rissa su Fb
Via Libertà a Portici, teatro dello scontro

Portici/Ercolano. Si sarebbero prima dati «appuntamento» su Facebook e poi affrontati a calci e pugni in via Libertà, abituale punto di ritrovo per decine di comitive della città della Reggia. è l’inquietante retroscena su cui indagano gli agenti del commissariato di polizia di Portici-Ercolano, impegnati a dare un volto e un nome ai baby-protagonisti della furibonda rissa andata in scena lo scorso week-end lungo la trafficata strada di collegamento tra piazza San Ciro e viale Leonardo Da Vinci: un violento scontro tra giovanissimi pagato a caro prezzo da tre minorenni, costretti a un’imprevista «tappa» al pronto soccorso per curare le ferite riportate durante la «battaglia» in strada.

Lo scontro tra gang

Secondo la prima ricostruzione dei fatti da parte degli investigatori, la rissa avrebbe coinvolto due baby gang: la prima di Portici, la seconda di Ercolano. Alla base dello scontro una futile «rivalità di campanile» e la volontà dei giovani di Portici di non lasciare spazio agli «stranieri» provenienti dalla città degli Scavi. Qualche avvisaglia delle crescente tensione lungo lo spicchio di via Libertà «conteso» dai due gruppi di giovanissimi era stato registrato già nelle scorse settimane, all’indomani della riapertura delle scuole dopo la pausa estiva: prima qualche frecciata, poi gli insulti e le minacce. Un’escalation di violenza verbale proseguita su Facebook e «amplificata» dai social, fino alla sfida lanciata da Ercolano: «Ci vediamo in via Libertà e vediamo chi comanda».

La rissa in strada

All’appuntamento in via Libertà si sarebbero presentati una decina di ragazzi, in larga parte minorenni: come successivamente ricostruito dalle forze dell’ordine, sarebbe bastati pochi minuti ai due gruppi per inscenare una scazzottata senza esclusioni di colpi. Uno «spettacolo» capace di convincere alcuni passanti a lanciare l’allarme sia al centralino del locale commissariato di polizia sia alla tenenza dei carabinieri: in pochi minuti, gli uomini in divisa hanno raggiunto via Libertà per fermare la maxi-rissa. Alla vista delle forze dell’ordine i due gruppetti si sono dati alla fuga: una «missione impossibile» per tre minorenni rimasti feriti durante gli scontri. I tre ragazzini – tutti di Portici – sono stati prima identificati e poi trasportati al pronto soccorso dell’ospedale per le cure del caso. Le indagini sono in corso per identificare i restanti protagonisti della rissa tra gang organizzata su Facebook e andata in scena nel cuore della città della Reggia.

@riproduzione riservata

CRONACA