Il Napoli, Gattuso e la trasferta di Granada D’Agostino, oro di Stabia

metropolisweb,  

Il Napoli, Gattuso e la trasferta di Granada D’Agostino, oro di Stabia

Giuseppe D’Agostino è uno dei tanti giovani che fanno parte della Juve Stabia. Un calciatore che il ds Di Bari e Colucci hanno voluto per questo nuovo campionato. D’Agostino, classe 2003, è un prodotto del settore giovanile del Napoli che un paio di anni fa ha catturato l’attenzione di Rino Gattuso che lo aveva convocato per la trasferta di Granada in Europa League. Insomma, un giovane della cantera azzurra che  calcisticamente è cresciuto nella Real Soccer Massese, prima di passare nel 2017 ai partenopei, notato da Gianluca Grava e dallo scouting azzurro. Il suo talento è evidente e il Napoli decide subito di puntare forte, tant’è che appena compiuti 16 anni il club lo blinda facendogli firmare il primo contratto da professionista. Con la maglia del Napoli inizia a mettersi in mostra già nella stagione 2018/19, quando insieme ad Antonio Cioffi, trascina la formazione Under 17 azzurra, allenata da Massimo Carnevale, fino alla semifinale scudetto persa per 2-1 contro la Roma giocando un anno sotto età. 22 presenze e 6 gol il suo bottino personale, che viene raddoppiato la stagione seguente. Nel 2019/20, D’Agostino realizza ben 12 gol e 5 assisti in 19 partite con l’Under 17, portando la squadra fino al secondo posto del girone C alle spalle della Roma. Stagione poi interrotta a causa del Covid. Dopo la fine della pandemia, Gattuso premia D’Agostino convocandolo per la seconda parte del ritiro estivo a Castel di Sangro anche se poi dopo torna a far parte della squadra Primavera. Le caratteristiche di D’Agostino sono quelle di attaccante esterno di piede destro che predilige giocare partendo dalla sinistra. Il calciatore della Juve Stabia però è bravo anche col sinistro e una delle sue peculiarità è quella di cambiare spesso la fascia di gioco per non dare riferimento alla squadra avversaria. Grazie ad una buona struttura fisica può adattarsi anche come seconda punta (ruolo attualmente ricoperto in Primavera nel 3-4-1-2 di Cascione) o all’occorrenza da falso nueve, facendo valere il fisico già ben strutturato per essere un classe ‘2003. Inizialmente D’Agostino non è un punto fermo della Juve Stabia con Colucci che gli preferisce Silipo, Bentivegna e alterna Ricci e Scaccabarozzi da esterno. Il golden boy scuola Napoli però dopo il gol e la prestazione contro il Cerignola potrebbe vedere riscritte le gerarchie per la gara di sabato col Picerno. Partita in cui è in dubbio Berardocco uscito martedì per infortunio contro il Cerignola. Le condizioni del centrocampista saranno valutate nelle prossime ore.

Ottavi col Foggia La Juve Stabia dovrà vedersela col Foggia agli ottavi di finale della coppa Italia di Lega Pro. La squadra pugliese ha eliminato ai rigori il Picerno, avversario delle Vespe sabato. La partita, sempre a eliminazione diretta, si giocherà al Romeo Menti a novembre. La data è ancora da decidere, visto che i match del Secondo Turno Eliminatorio potranno essere programmati nella giornata di martedì 1, mercoledì 2 e giovedì 3 novembre in relazione alla programmazione del Campionato di Serie C. La sede sarà il “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia. Modalità di svolgimento Anche in questo caso sarà gara unica, ad eliminazione diretta. In caso di parità al termine dei novanta minuti regolamentari, seguiranno tempi supplementari ed eventuali calci di rigore se dovesse perdurare l’equilibrio.

CRONACA