Ginnastica. D’Alessio punta al titolo italiano

metropolisweb,  

Ginnastica. D’Alessio punta al titolo italiano

Andrea D’Alessio continua a far parlare di sé. Il giovane ginnasta di Torre del Greco ha vinto il titolo regionale del campionato individuale Junior 1. E dire che la gara non era iniziata nel migliore dei modi. Andrea infatti è caduto 2 volte nell’’esercizio a corpo libero rischiando di compromettere la vittoria finale. Dopo il grande spavento, D’Alessio ha iniziato nuovamente a girare sui punteggi a lui consoni. Non solo ha rimontato gli avversari, ma li ha staccati addirittura di quattro punti. Il risultato finale è stato di 70.700 frutto di un 8.800 Corpo Libero, 12.900 Cavallo Maniglie, 11.850 Anelli, 14.050 Volteggio, 11.450 Parallele ed infine 11.650 Sbarra. L’atleta del Circolo Ginnastica Artistica Stabia ha chiuso davanti a Mattia Ghezzi del Ginnastica Campania 2000 (punteggio 66.050) e Achille Cammarota, anche lui del Ginnastica Campania 2000 (punteggio 65.650). Dietro a questo successo ci sono sacrifici, tanto lavoro e soprattutto l’esperienza di Angelo Radmilovic. Tra lui ed Andrea c’è un rapporto speciale, quasi unico. Non mancano i litigi ed anche le diversità di vedute ma per il giovane torrese il coach Angelo è come se fosse un secondo padre. Radmilovic, come ha spiegato qualche tempo fa ai nostri microfoni, funge non solo da allenatore ma anche da educatore. Ai suoi ragazzi, oltre ad insegnare le varie tecniche per l’esecuzione dei vari esercizi di ginnastica artistica, indica anche la strada giusta da seguire fuori allenamento con consigli talvolta anche paterni. Non è dunque solo un semplice allenatore per Andrea così come gli altri atleti del Circolo Ginnastica Artistica Stabia.

Ora si passa all’Interregionale Dopo la vittoria del campionato individuale regionale junior 1, D’Alessio parteciperà al campionato individuale Interregionale che si disputerà il prossimo 29 ottobre. Per lui sarà la quarta partecipazione a questo torneo. Le precedenti tre le ha vinte tutte con punteggi anche alti. Guardando la media punteggi dei suoi avversari, le probabilità che Andrea possa vincere l’Interregionale sono piuttosto alte. Come sempre è un pronostico fatto sulla carta, chiaramente saranno le prove sul campo a decretare il vincitore. Certamente D’Alessio rientra nella lista dei favoriti, ma sa perfettamente che non sarà una passeggiata. Glielo ripete quotidianamente anche Radmilovic che sa di avere tra le mani un diamante grezzo che può arrivare ad essere uno dei volti nuovi del panorama della ginnastica italiana.

Il sogno nazionale Oltre al campionato individuale, D’Alessio ha come obiettivo entrare a far parte in pianta stabile della nazionale italiana. Già questa estate ha partecipato ai vari raduni e ritiri. il suo nome è attenzionato da tempo in Federazione. La prossima data di riferimento sarà subito dopo il campionato individuale tra Regioni. Agli inizi di novembre, la Federazione sceglierà i migliori giovani, in base ai successi ed allo stato di forma, per partecipare ad un prestigioso torneo internazionale che si svolgerà in Germania. Sempre nel mese di novembre ci sarà la finale del campionato individuale nazionale. L’auspicio di Andrea, del suo allenatore Radmilovic e di tutto il Centro Ginnastica Artistica Stabia è quello di poterci essere. Le speranze, così come le aspettative, sono alte. Il giovane corallino non ha paura di confrontarsi con i suoi coetanei. D’altronde ha già dato dimostrazione di essere uno dei migliori in circolazione. Ragion per cui è lecito aspettarsi un risultato di tutto prestigio che darebbe lustro anche alla sua splendida famiglia con in testa papà Salvatore che lo accompagna praticamente ovunque. Il segreto dei successi è anche la famiglia che ha alle spalle Andrea. Non gli ha mai imposto nulla lasciandogli libertà su quale sport scegliere di praticare fin da piccolo. La strada da fare è ancora tanta. Non mancheranno le cadute ed i passaggi a vuoto, ma il giovane D’Alessio ha dimostrato di sapersi rialzare più forte di prima. Chiedetelo a chi era presente al Pala Vesuvio qualche giorno fa ad assistere al campionato regionale.

Bruno Galvan

CRONACA