Accoltella due avversari dopo la partita di calcetto, arrestato nipote del boss

Redazione,  

Accoltella due avversari dopo la partita di calcetto, arrestato nipote del boss

Al termine di un incontro calcistico ha accoltellato, lo scorso 4 ottobre, due componenti della squadra avversaria, uno dei quali in maniera grave. Arrestato il 20enne Gennaro Musella, nipote di Maria Licciardi, storico capo dell’omonimo clan, che insieme alle famiglie dei Contini e dei Mallardo, ha costituito il vertice del cartello camorristico Alleanza di Secondigliano.Un accoltellamento al quale ha preso parte anche il padre, Giuseppe Musella, fermato immediatamente dopo l’aggressione. A carico di Gennaro Musella la Squadra Mobile e l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Gip di Napoli; è ritenuto gravemente indiziato del delitto di duplice tentato omicidio pluriaggravato. L’incontro calcistico si era tenuto all’impianto sportivo “San Rocco”, zona Miano: durante una lite per futili motivi il ventenne, questa l’accusa, avrebbe colpito diverse volte i due componenti della squadra avversaria. Per uno dei due feriti è stata disposta la prognosi riservata, per l’altro 15 giorni.

CRONACA