Verso il voto, a Ottaviano è già bagarre a destra sul dopo Capasso

metropolisweb,  

Verso il voto, a Ottaviano è già bagarre a destra sul dopo Capasso

Una pesante eredità su cui tutti vorrebbero mettere le mani. Digerite le elezioni Politiche che non hanno visto in campo l’ex sindaco di Ottaviano che ad agosto scorso aveva lasciato la fascia tricolore proprio per ottenere una candidatura al Parlamento, nella città vesuviana sono già partite le trattative per le prossime elezioni in vista: quelle che dovranno scegliere il nuovo sindaco.

Il mandato del commissario prefettizio, Ida Carbone, giungerà al termine tra qualche mese, non appena dalle urne si conoscerà chi sarà il nuovo sindaco di Ottaviano.

E dopo i 9 anni e mezzo dell’avvocato penalista con la passione per la politica, capace di guidare per due mandati consecutivi palazzo di città, a destra è già bagarre su cui potrebbe raccogliere quanto seminato dall’ex primo cittadino nell’ultimo decennio. In pole per una candidatura c’è Biagio Simonetti, professore universitario che ha ricoperto sia l’incarico prima di presidente del consiglio comunale e poi di assessore (con decine di deleghe). Aspira a indossare la fascia tricolore e ha ricominciato a prendere parte agli eventi organizzati in città. Per molti è considerato «l’erede naturale» del sindaco Luca Capasso visto il percorso degli ultimi anni. Ma non è l’unico a credere di avere il «physique du role» per guidare il municipio nei prossimi cinque anni.

Nella maggioranza che da due mesi ha dovuto per forza di cose lasciare palazzo di città per far spazio alla gestione straordinaria ci sono altri esponenti che starebbero pensando al «grande salto».

Tra questi anche una donna. Anche lei in giunta, fedelissima del sindaco uscente. Si tratta di Virginia Nappo, delegata all’istruzione negli ultimi anni ed altro punto fermo dei due mandati del primo cittadino che ad agosto si è dimesso dall’incarico nel sogno poi svanito – di strappare un seggio al parlamento. E poi c’è mister mille voti, il consigliere comunale Ferdinando Federico che alle amministrative di cinque anni fa ha fatto il pieno di preferenze. Un bottino che il forzista di palazzo di città è pronto a mettere sul tavolo e che potrebbe essere un punto di forza per una eventuale candidatura alla carica di sindaco per le prossime amministrative. Le trattative sono partite in queste settimane, subendo una netta accelerata dopo il risultato delle elezioni Politiche di qualche settimana fa. Ma nella bagarre che riguarda l’area moderata sono tanti i nomi che circolano. Ciò che è certo, è che sulla nuova coalizione di centrodestra che nascerà in vista della tornata elettorale della prossima primavera, avrà un ruolo chiave nelle trattative per la candidatura finale proprio chi quella fascia l’ha indossata per 9 anni.

Al via le trattative in vista delle elezioni per il nuovo sindaco

CRONACA