Portici, droga e pistola nascosti in auto: pusher incastrato grazie all’app YopPol

metropolisweb,  

Portici, droga e pistola nascosti in auto: pusher incastrato grazie all’app YopPol
Controlli della polizia a Portici

Portici. Aveva trasformato la sua abitazione in un vero e proprio droga-shop e aveva adottato una lunga serie di «precauzioni» per sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine. Ma non aveva fatto i conti con le «sentinelle» del quartiere pronte a rilevare e a «denunciare» i traffici illeciti dell’uomo. Grazie a una segnalazione dei cittadini trmiate l’app YouPol – l’app realizzata dalla polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio e bullismo – gli uomini in divisa sono riusciti a individuare e arrestare uno spacciatore a Portici. Non solo: durante le successive indagini, gli investigatori hanno recuperato anche due pistole e centinaia di cartucce.

Il blitz nell’abitazione

I fatti risalgono all’inizio della settimana, quando gli agenti del commissariato di Portici- Ercolano – una volta ricevuta la segnalazione 2.0 dagli abitanti della zona – si sono recati, insieme a un cane anti-droga, presso l’appartamento indicato come centrale di spaccio. Giunti sul posto, gli uomini in divisa hanno notato un sospetto via vai dall’abitazione e, successivamente, hanno visto uscire un uomo diretto a un’auto parcheggiata a distanza di poche decine di metri. L’uomo è entrato nell’abitacolo per poi uscire dopo pochi secondi e fare rientro all’interno dell’appartamento. A quel punto i poliziotti sono intervenuti: durante la perquisizione domiciliare, gli agenti di polizia hanno trovato quattro bilancini di precisione – utilizzati per pesare la «merce» per i clienti – diverso materiale per il confezionamento della droga, un cellulare, due chiavi di un’autovettura e la somma di 3.435 euro ritenuti provento dell’attività illecita di spaccio.

L’auto-armeria

Successivamente i controlli sono stati allargati all’auto utilizzata dall’uomo come «deposito» in strada. All’interno del veicolo sono state trovate 6 buste con 189 grammi di crack, un’altra busta contenente 63 grammi di cocaina, 145 cartucce di vario calibro, altre 5 cartucce a salve calibro 357 e due pistole. La prima aveva la matricola abrasa, mentre la seconda è risultata smarrita nel 2017.

L’arresto e le accuse L’uomo – un 43enne di Portici con precedenti di polizia – è stato arrestato per detenzione abusiva di armi clandestine e relativo munizionamento, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Un’altra persona è stata sanzionata amministrativamente per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale poiché – durante il controllo dei poliziotti – aveva tentato di disfarsi di un involucro con una modica quantità di cocaina.

@riproduzione riservata

CRONACA