Andrea Ripa

Muore travolto da un suv a Ottaviano, caccia aperta al pirata della strada

Andrea Ripa,  

Muore travolto da un suv a Ottaviano, caccia aperta al pirata della strada

E’ stato travolto e lasciato agonizzante sull’asfalto, a mollo in una pozza di sangue; mentre l’auto che lo ha colpito in pieno si è lasciata alle proprie spalle le urla di chi invocava aiuto e soccorsi. Quando i medici del pronto soccorso sono arrivati in via Di Prisco, a Ottaviano, la scorsa notte, per l’uomo non c’era più nulla da fare. Insieme ai camici bianchi anche i carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal maresciallo Agostino Giannettino, che hanno effettuato i rilievi in strada e avviato le ricerche del pirata della strada. Ora le attenzioni degli investigatori sono tutte concentrate sull’uomo – o donna – che era alla guida dell’auto killer che giovedì sera, poco prima della mezzanotte, ha travolto e ucciso un uomo di 44 anni. La vittima è un cittadino di nazionalità polacca, stabilitosi a Ottaviano – nella frazione di San Gennarello – da anni insieme alla moglie e ai figli. E’ stato colpito da una vettura lanciata a folle velocità lungo la strada che collega i Comuni di Ottaviano e San Giuseppe Vesuviano e che già in passato si è trasformata nello scenario che ha fatto da sfondo ad altre tragedie della strada. Storie spesso simili a quella di giovedì scorso, dove ha perso la vita un uomo e dove la persona che lo ha ammazzato ora è ricercata dai carabinieri in tutto l’hinterland vesuviano. Il 44enne probabilmente stava cercando di attraversare la strada quando è stato colpito dall’automobile che poi è scappata via, piuttosto che arrestare la corsa e prestare i primi soccorsi. A tentare di salvare la vita a quell’uomo due persone, sopraggiunte in strada soltanto in un secondo momento. Sono state loro ad allertare i soccorsi, ma sono giunte in strada troppo tardi per provare a salvare la vita al 44enne. I medici piombati dopo pochi minuti hanno potuto soltanto constatare l’avvenuto decesso. Sono stati quei due testimoni a essere ascoltati dai militari dell’Arma. Non hanno potuto offrire ulteriori informazioni agli investigatori perché non erano in strada al momento dell’impatto. Per ore, nel cuore della notte, gli uomini in divisa della stazione dei carabinieri di Ottaviano hanno effettuato rilievi in strada nel tentativo di trovare tracce utili a rintracciare l’auto pirata. La procura della Repubblica di Nola che ha disposto il sequestro della salma dell’uomo, ha già dato mandato ai propri esperti di effettuare l’autopsia sul corpo del 44enne. Soltanto una volta terminate le perizie sul corpo dell’uomo – trasportato presso il Secondo Policlinico di Napoli dove verrà effettuato l’esame – sarà possibile per i familiari organizzare i funerali.

CRONACA