Andrea Ripa

Da Terzigno a Torre del Greco e Piano di Sorrento: 178 milioni di euro per i lavori nelle scuole della provincia

Andrea Ripa,  

Da Terzigno a Torre del Greco e Piano di Sorrento: 178 milioni di euro per i lavori nelle scuole della provincia

In cima all’elenco il progetto per la riqualificazione del nuovo liceo scientifico di Terzigno, con una data già fissata per i lavori a inizio 2023. Ma anche il restyling di due importanti istituti a Somma Vesuviana, il liceo Torricelli e il plesso Majorana; e poi la riqualificazione dell’istituto Nino Bixio di Piano di Sorrento, che da settimane e al centro delle polemiche per le condizioni in cui versa la struttura. Nel novero dei progetti finanziati dalla Città Metropolitana di Napoli ieri mattina ci sono opere in cantiere da tempo e interventi di riqualificazione fondamentali per garantire la sopravvivenza di alcuni istituti che negli anni sono diventati strutture fatiscenti e che per carenza di fondi non hanno mai visto muoversi una pietra. Nel complessivo sono stati messi in agenda lavori per 178 milioni di euro, risorse europee, per la costruzione, l’ampliamento, l’adeguamento e la ristrutturazione di quaranta scuole di Napoli e provincia. E’ il piano di edilizia scolastica approvato con delibera dalla Città Metropolitana di Napoli e presentato nella mattinata nel corso di una conferenza stampa dal sindaco metropolitano Gaetano Manfredi. I lavori – è stato precisato – partiranno entro la prossima primavera, indicativamente entro marzo, e hanno come data di scadenza il 2026. All’incontro tenutosi ieri mattina presenti anche altri delegati dell’ente provinciale, tra cui la sindaca di Sant’Antonio Abate delegata all’istruzione, Ilaria Abagnale e Salvatore Cioffi. «Tanti sono bravi a parlare – ha sottolineato Manfredi – a fare gli oratori quando si parla di Pnrr, ma noi stiamo dimostrando di saper intercettare i finanziamenti europei, e di essere tra i migliori in Italia per quanto concerne l’edilizia scolastica. Abbiamo presentato più progetti e migliori degli altri. Se qualcuno diceva che era inutile destinare soldi al Sud perché incapace di progettare e spendere, direi che abbiamo messo a segno un punto e siamo 1-0. Centosettantotto milioni sono tanti, si tratta di un grande intervento di cui i cittadini si renderanno conto quando vedranno le scuole dei loro figli messe a nuovo. Abbiamo dimostrato – ha ribadito Manfredi – di essere capaci di andare a prenderci le risorse a Roma e di trasferirle in opere concrete e che danno lavoro. Continuando così cambieremo le cose. Questo ci chiedono i cittadini, cose concrete, il tempo delle parole è finito. Ora è il tempo delle risposte concrete. E’ questo – ha concluso il sindaco – è un segnale importante che diamo». «Effettueremo lavori in tempi rapidi, la Città Metropolitana è stata brava a individuare le esigenze del territorio e intervenire tempestivamente», ha detto la delegata della Città Metropolitana, Ilaria Abagnale. Una pioggia di fondi sono stati assegnati all’area Vesuviana e al territorio nolano. Tra gli interventi maggiormente «premiati» dalla Città Metropolitana – oltre ai 12 milioni per Terzigno -, anche la realizzazione della palestra per l’istituto Tilgher di Ercolano, gli oltre 1,6 milioni di euro per i lavori di manutenzione dell’Ipam Colombo con sede a Torre del Greco e i 10 per l’istituto Caravaggio di San Gennaro Vesuviano.

CRONACA