Andrea Ripa

Morte sospetta a Somma Vesuviana, sequestrate le cartelle cliniche di Annamaria

Andrea Ripa,  

Morte sospetta a Somma Vesuviana, sequestrate le cartelle cliniche di Annamaria
L'inchiesta della Procura di Nola

La morte di Annamaria Cerciello, 35enne di Somma Vesuviana, è al centro di un’inchiesta coordinata dalla procura e affidata ai carabinieri della stazione cittadina. Un decesso che è ancora avvolto nel mistero e molto dipenderà dalla relazione del medico legale incaricato di effettuare l’autopsia sul corpo della giovane. Un esame fondamentale per provare a far luce sulla morte di una giovane ragazza che aveva lamentato dolori al collo e che dopo essere stata visitata dai medici dell’ospedale Cardarelli è stata rispedita a casa dove, poche ore dopo, poi il suo cuore ha smesso di battere. Nell’attesa che l’incarico venga affidato al perito incaricato dalla procura di Nola, le forze dell’ordine hanno provveduto a sequestrare la cartella clinica della donna che nei giorni scorsi – dopo un trasporto d’urgenza – era stata visitata dai camici bianchi dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Al nosocomio partenopeo era stata trasportata d’urgenza mercoledì scorso, dopo essere svenuta in casa al culmine di una giornata infernale in cui un fastidioso dolore al collo non le aveva dato tregua. Soccorsa dai medici del 118, era stato disposto il trasferimento al Cardarelli per gli accertamenti sanitari del caso, destinati a chiarire da cosa derivasse quel dolore al collo. I controlli, almeno secondo quanto riscontrato dai medici, non hanno fatto emergere anomalie tali da prevedere quello che poche ore sarebbe accaduto. Tuttavia in quegli atti potrebbero nascondersi preziosi elementi per gli investigatori che tra i diversi documenti acquisiti nelle ultime ore, hanno messo le mani anche sugli incartamenti dell’ultimo controllo medico fatto prima di morire.

CRONACA