Visite teatralizzate agli Scavi Stabia Renatas è un successo

metropolisweb,  

Visite teatralizzate agli Scavi  Stabia Renatas è un successo

La magia del teatro tra ambienti d’epoca romana che rievocano la storia dell’antica Stabiae, incantando i visitatori e i curiosi e regalando un’atmosfera da sogno. Sold-out per il primo week- end di eventi nell’ambito della rassegna “Stabia renatas”, un progetto che, attraverso una serie di percorsi teatralizzati, punta a valorizzare la bellezza delle Ville di Stabia.

Spettatori e turisti entusiasti per la produzione affidata alla Fondazione Monti Lattari, in collaborazione con Piccola Città Teatro e Vocazioni Creative. A spasso per villa San Marco e villa Arianna alla scoperta del mondo in cui le ville patrizie di Castellammare rappresentavano una bellezza nella bellezza.

«La frase che dà il nome agli eventi è tratta da una lettera di Pompilio Stazio alla moglie che stava a Baia: vieni qui a Castellammare, una città rinata – racconta Gabriele Saurio, regista della kermesse – Abbiamo messo in piedi un percorso teatralizzato costruito con una drammaturgia ad hoc nel senso che Narcisus è il proprietario di questa villa patrizia e da lì sviluppiamo un cammino in cui incontriamo delle dee e Plinio il giovane interpretato da Mariano Rigillo. La scommessa è stata inserire accanto agli attori professionisti anche i giovani studenti del Liceo Classico che sono il cuore pulsante di questa città». Flavia Di Nocera, Giuliana Tramontano e Marianna Pepe sono le studentesse del Liceo Plinio che, sotto lo sguardo attento della preside Fortunella Santianiello, hanno recitato all’interno del progetto “Stabia Renatas”.

Mariano Rigillo ha incantato la platea leggendo la lettera di Plinio: «E’ un’iniziativa di grande pregio che mi fa piacere di inaugurare. Ma mi auguro che sia solo l’inizio di una cosa che duri a lungo perché questo sito è estremamente interessante oltre che bello. Ho visto che ci sono dei graffiti di bambini di allora, una cosa straordinaria ».

Punta a rendere stabile questa iniziativa l’avvocato Mariella Verdoliva, presidente della Fondazione dei Monti Lattari: «Noi ci proponiamo come obiettivo la valorizzazione dei beni archeologici e culturali di tutti i comuni che ne fanno parte. Io mi impegnerò affinché questo progetto diventi un appuntamento stabile e fisso nell’ampio cartellone degli eventi della Regione Campania».

 

CRONACA