Castellammare. Sessantatreenne travolto da un centauro in via Napoli, è in prognosi riservata

Michele De Feo,  

Castellammare. Sessantatreenne travolto da un centauro in via Napoli, è in prognosi riservata

Era uscito per comprare il pane, ma non è riuscito a far in tempo a rientrare a casa. Mentre passeggiava in via Napoli, alla periferia di Castellammare, si è visto piombare addosso un centauro che sbalzato dalla sella del suo scooter, dopo un incidente con un’automobile gli è franato addosso. Lui, un sessantatreenne del rione Postiglione, ha battuto in modo violento la testa contro il muro. E ora è ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale San Leonardo, dove i medici sono stati costretti a intubarlo a causa di un forte trauma cranico. Sotto osservazione è finito anche il centauro, un ventottenne del rione Caporivo, in condizioni non gravi, che ha riportato escoriazioni e una contusione alla gamba. Sono le conseguenze di un grave incidente che si è verificato ieri mattina e sul quale adesso stanno indagando gli agenti della polizia municipale, agli ordini del comandante Antonio Vecchione. Sono le undici, all’incrocio tra via Napoli e viale della Vittoria. Stando ad una prima ricostruzione, il centauro, un ventottenne residente del Caporivo, rione del centro Antico di Castellammare, stava percorrendo via Napoli quando, durante un sorpasso, ha urtato contro una Reanult Clio che stava svoltando verso viale della Vittoria. Il centauro è stato sbalzato dalla sella, finendo per travolgere un sessantatreenne di ritorno alla sua abitazione dopo aver comprato il pane. Uno schianto terrificante che ha catturato l’attenzione di tutti i passanti che hanno allertato immediatamente i soccorsi. Sul posto sono giunte, dopo pochi minuti, due ambulanze che hanno prestato i primi soccorsi ai feriti e una volante della polizia municipale per ricostruire l’accaduto. L’anziano è arrivato al nosocomio stabiese in gravissime condizioni, è stato immediatamente intubato e operato d’urgenza. La prognosi è riservata. A condurre le indagini sul gravissimo incidente saranno gli agenti di polizia municipale di Castellammare, agli ordini del comandate Antonio Vecchione, per stabilirne le dinamiche e le eventuali responsabilità penali e civili sul sinistro. Una vicenda che rimette all’ordine del giorno il tema della sicurezza stradale in città. Una questione che era stata affrontata dal Piano Urbano di Mobilità che aveva fissato zone 30 (dove il limite di velocità è 30 chilometri orari), zone a traffico limitato e isole pedonali, ma che ora sembra tornata in soffitta. Appena qualche settimana fa un’altra persona è stata investita in corso Garibaldi da un centauro e ha subito gravissime conseguenze a una gamba. Adesso l’intero quartiere Postiglione prega affinché presto il sessantatreenne possa essere dichiarato fuori pericolo.

CRONACA