Michele Imparato

Irma Testa porta l’oro al maestro Lucio Zurlo

Michele Imparato,  

Irma Testa porta l’oro al maestro Lucio Zurlo

Irma Testa è tornata nella sua Torre Annunziata dopo la vittoria dell’oro agli Europei in Montenegro. La pugile dopo aver abbracciato la mamma e i familiari ha subito fatto tappa alla palestra Boxe Vesuviana del maestro Lucio Zurlo e Biagio Zurlo. Una visita fissa per Irma Testa dopo le vittorie nei grandi appuntamenti. Tutti sanno che tra la campionessa e Lucio Zurlo c’è un grandissimo rapporto, quasi paterno visto che il maestro della palestra ha visto crescere Irma. Proprio sui ring della palestra di via Parini Irma si è avvicinata alla boxe. Il resto l’ha fatto poi la grande esperienza e competenza del maestro Lucio Zurlo che piano piano ha affinato Irma e i risultati sono stati sbalorditivi. Dopo la vittoria dell’oro sabato scorso, tornata a Torre Annunziata, Irma Testa ha ripetuto il rito di fare indossare la medaglia al maestro Lucio Zurlo. Visibilmente emozionato, il maestro ha abbracciato e baciato la campionessa che gli ha messo al collo la medaglia. Proprio come ha fatto quando ha vinto i Mondiali e il bronzio olimpico. In palestra la “farfalla” Irma è stata accolta dagli applausi e dall’ovazione dei ragazzini che stavano allenandosi e a cui ha firmato autografi e posato per foto. Nella finale per l’oro del campionato Europeo in quel di Budva, Irma Testa ha dominato contro una rivale dall’ottima tecnica come la bulgara Svetlana Staneva ma che nulla ha potuto fare per venire a capo della superiorità della boxeur che è stata la prima italiana a conquistare una medaglia in un’Olimpiade, nello specifico il bronzo di Tokyo. Premesso che in Giappone non tutti la videro sconfitta dalla filippina Nesthy Petecio nella semifinale dei Giochi, e infatti il verdetto a favore dell’asiatica non fu unanime, rimane il fatto che in campo continentale ‘Butterfly’ non ha rivali e adesso non le rimane che salire ‘di grado’ quando riproverà l’emozione dei Giochi, tra meno di due anni a Parigi. “Nelle prime due riprese mi sentivo una bomba”. Ha poi detto Irma nel dopo-incontro, e sul ring si è visto chiaramente. A quel punto la fighter campana ha capito di avere in pugno l’incontro, e quindi l’oro, e nel terzo round si è limitata ad amministrare la situazione “Sapevo di aver vinto e allora ho allentato la presa, rilassandomi un po’ ” Così questi Europei del 2022 in Montenegro per l’Italia si sono conclusi in bellezza, e un bottino di 5 medaglie: l’oro di Irma Testa, l’argento di Roberta Bonatti (nella finale di oggi dei 48 kg ha perso contro la 37enne bulgara Asenova) e i bronzi di Giordana Sorrentino, Olena Savchuk e Melissa Gemini.

CRONACA