Spalletti: “Nello spogliatoio mettiamo le canzoni su Maradona”

metropolisweb,  

Spalletti: “Nello spogliatoio mettiamo le canzoni su Maradona”

Siamo stati quasi perfetti, perché non era facile mantenere questo livello. La squadra invece è entrata in campo, soprattutto quelli più freschi che ho fatto giocare, prontissima”. Lo ha detto ilt ecnico del Napoli Luciano Spalletti a Mediaset dopo il successo contro i Rangers Glasgow. “I più freschi – ha spiegato – si sono fatti trovare prontissimi. Meritano un applauso per l’attenzione e la cura che hanno avuto negli allenamenti e per aver sfruttato nel migliore dei modi la partita. Abbiamo giocato un bellissimo match e siamo felici che l’abbiamo fatto col nostro pubblico vicino. Io in carriera ho avuto diversi gruppi forti, ma le cose che fanno la differenza sono la voglia di aiutare il compagno, la valutazione della palla per gli avversari, da lì nascono tante cose belle”. Spalletti parla anche di Kim, muro difensivo del tutto: “Kim – ha detto – è questo. Quando avverte il pericolo diventa il doppio veloce, il doppio potente, il doppio grosso. Tutto doppio. Si accende in maniera automatica e per il suo avversario diventa impossibile rubargli spazio e tempi. Ma poi a lui resta roba anche per i compagni di squadra, oltre ad aver pulito il suo va anche dagli avversari su cui sono i compagni”. Ultimo passaggio su Maradona, sarebbe orgoglioso di questo Napoli? “Sicuramente sì. Maradona – dice Spalletti – è sempre vicino alla squadra: abbiamo la statua nello spogliatoio, i ragazzi dentro mettono delle canzoni che riguardano lui, oltre alle canzoni che ci sono fuori. Quindi c’è anche della sua qualità nel primo tempo di stasera.

CRONACA