Alberto Dortucci

Corsa al voto a Torre del Greco, Azione «avverte» gli aspiranti sindaci: «Prima i programmi, poi i nomi»

Alberto Dortucci,  

Corsa al voto a Torre del Greco, Azione «avverte» gli aspiranti sindaci: «Prima i programmi, poi i nomi»
Salvatore Gargiulo

Corsa al voto a Torre del Greco: il coordinatore di Azione è Rivieccio, ex vice di Borriello

Torre del Greco. Un incontro per «festeggiare» il nuovo incarico di coordinatore cittadino di Azione e per tracciare un primo percorso politico in vista del voto del 2023.

Partendo da una certezza: «È presto per sostenere le ambizioni di qualsiasi candidato sindaco, perchè prima bisogna costruire un progetto e un programma».

È il messaggio lanciato dal consigliere comunale Salvatore Gargiulo – storico fedelissimo del «presidente» Giuseppe Sommese, consigliere regionale del movimento di Carlo Calenda – e da Rosario Rivieccio, l’ex vicesindaco di Ciro Borriello ora chiamato a mettere in piedi la «squadra» di Azione da presentare alle elezioni del 2023: «La nomina di Rosario Rivieccio è stata condivisa con il “presidente” Giuseppe Rivieccio e nasce dalla necessità di aprire una nuova stagione terzo polista a Torre del Greco – premette Salvatore Gargiulo -. Per questo motivo sarebbe prematuro sostenere già oggi qualsiasi ipotesi di candidatura a sindaco».

Come a dire: se qualcuno avesse «letto» nella nomina di Rosario Rivieccio un segnale di avvicinamento a Luigi Mennella – vicino al fondatore della lista Ci vuole coraggio – piuttosto che a Ciro Borriello si è sbagliato si grosso. «Anche perchè – conclude il fedelissimo di Giuseppe Sommese – non sarà solo il coordinatore cittadino a scegliere a scegliere a chi andrà il sostegno di Azione alle prossime elezioni di Torre del Greco. Come per tutte le decisioni effettuate fino a oggi, sarà una scelta condivisa e collegiale».

@riproduzione riservata

CRONACA