Scafati. Omicidio stradale, un indagato per la morte di Serena e Michele

metropolisweb,  

Scafati. Omicidio stradale, un indagato per la morte di Serena e Michele

Un indagato per duplice omicidio stradale e tanto dolore per la tragica scomparsa di Serena Salvati e Michele Ambrosino i due cugini periti in seguito all’incidente stradale di giovedì notte a Castel San Giorgio. La procura di Nocera Inferiore con il pubblico ministero Roberto Lenza ha aperto un’inchiesta per quanto accaduto, iscrivendo sul registro degli indagati il 22enne che ha riportato solo lievi traumi a seguito del violento impatto assieme alla persona che era con lui nella Fiat Punto.

La prima svolta

L’iscrizione nel registro degli indagati si tratta di un atto dovuto, per ora, che è servito per permettere al ragazzo di nominare un perito ai fini degli esami irripetibili sia per quanto riguarda quelli tecnici sulla strada che sul corpo dei giovani. E all’obitorio dell’ospedale Fucito di Mercato San Severino, sono state eseguite proprie le autopsie sulle salme delle due vittime, le cui famiglie sono assistite da[gli avvocati Manuel Capuano e Monica Dell’Anno.

Attesa per i funerali

E dopo l’autopsia ci sono i funerali per i due giovani che saranno celebrati nella stessa chiesa e nel dolore di Castel San Giorgio la cui sindaca ha proclamato per oggi il lutto cittadino.

Per quanto riguarda sempre l’inchiesta la Procura nominerà un perito per ricostruire la dinamica dell’incidente avvenuto nei pressi della rotatoria che porta alla frazione Torello. Lei è deceduta sul colpo il 19enne 24 ore dopo. Nonostante l’intervento chirurgico a cui era stato sottoposto nella giornata di giovedì, Michele Ambrosino non ha superato la notte. Le sue condizioni, apparse già molto critiche all’arrivo in ospedale, sono peggiorate irreversibilmente fino al decesso arrivato nella nottata tra giovedì e venerdì.

Il giovane era ricoverato presso il reparto di Terapia Intensiva dell’Umberto I di Nocera Inferiore e le sue condizioni sono apparse subito disperate non appena è stato trasferito in ambulanza dal luogo del violento e drammatico sinistro consumatosi nella notte tra mercoledì e giovedì.

L’incidente

Le due autovetture si sono scontrate violentemente probabile a causa di una distrazione e anche della velocità elevata con cui viaggiava uno dei veicoli coinvolti. Ad avere la peggio è stata proprio l’auto con a bordo la ventenne e l’altro giovanissimo deceduto. Al vaglio degli inquirenti e dei periti che saranno nominati dalla procura nocerina l’esatta dinamica del drammatico incidente ed eventuali responsabilità. Intanto su social arrivano sempre fiui di messaggi d’affetto per ricordare sia Serena Salvati che il 19enne Michele Ambrosino. Ancora una volta è intervenuta la sindaca di Castel San Giorgio e lo ha fatto ieri a nome dell’intera amministrazione che rappresenta: «Stremati dal dolore dobbiamo dire addio anche al nostro caro Michele. Due giovani strappati alla vita nel fiore degli anni da un destino crudele e inaccettabile. Castel San Giorgio è muta dinanzi a un dolore così grande».

CRONACA