Castellammare. Hotel, B&B e spiagge piene a Ognissanti: «Il Comune ci aiuti a programmare la prossima estate»

Michele De Feo,  

Castellammare. Hotel, B&B e spiagge piene a Ognissanti: «Il Comune ci aiuti a programmare la prossima estate»

Un fiume di turisti ha inondato Castellammare per il ponte di Ognissanti, spiagge, strutture ricettive e ristoranti hanno registrato numeri da record: «Il clima favorevole, il lungo week-end, e la voglia dei cittadini di tornare ad avere una vita normale dopo la pandemia sono le cause di questo incredibile trend, va programmata al meglio la prossima stagione per ottimizzare al meglio questo boom». Un’estate che sembra non finire mai. Castellammare si adegua a quello che è il trend positivo registrato dalla Regione Campania per il ponte di Ognissanti. Un meteo sorprendentemente così sereno, probabilmente causato dalla piaga dei cambiamenti climatici, e la voglia, dopo due anni di pandemia, dei cittadini di riprendersi la propria vita, sono tra le cause di questo incredibile boom di presenze registrato sul territorio stabiese che va avanti praticamente dagli inizi della scorsa primavera. Turisti, anche stranieri, residenti stabiesi e dei comuni limitrofi hanno preso d’assalto spiagge e ristoranti e riempito le camere di bed and breakfast, case vacanze ed hotel. Sui social spicca la nuova moda del bagno di halloween. Sono numerose le foto che ritraggono bagnanti tuffarsi nelle acque dei lidi di Pozzano con tanto di maschere. Un clima tutto sommato sereno, l’unica eccezione i tanti ristoratori che massacrati dal rincaro delle fatture luce e gas hanno deciso tenere abbassata la serranda a pranzo nonostante il boom di turisti. I numeri sorprendenti arrivano soprattutto dagli ingressi registrati dagli stabilimenti balneari. Francesco Del Giudice, vice presidente dei balneari stabiesi, aveva già fatto presente della necessità di destagionalizzare il settore dei lidi balneari, questo ponte ne è l’ennesima prova: «Ci troviamo di fronte ad un cambiamento generico e generazionale – dice Francesco Del Giudice – Climaticamente le stagioni stanno cambiando e perciò il nostro settore si deve adeguare a questa evoluzione. La destagionalizzazione avviene in questa ottica. C’è ancora la possibilità di venire al mare e di prendere il sole, quindi chi fa questo di professione ha il dovere e l’opportunità di cogliere le richieste e le esigenze del momento, noi stiamo cercando di farlo». Da record, considerando il periodo, anche le presenze nelle strutture extralberghiere: «Ci sono ancora turisti stranieri e questo è un buon segno anche in ottica futura – dice Delia Di Maio, presidente dell’ASTAR – Il ponte ha sicuramente aiutato. Il trend è assolutamente positivo per la Campania in generale e per la nostra città. Dobbiamo lavorare e programmare la prossima stagione per consolidare i numeri di questa estate da record. A questo punto diventa fondamentale capire come utilizzare la somma proveniente dall’imposta di soggiorno e su questo ci aspettiamo un confronto con i commissari e le altre realtà associative stabiesi interessate». Un incremento di presenze rispetto al 2021 è stato registrato dalle strutture alberghiere: «Questo week-end lungo ha favorito gli spostamenti dei turisti italiani, ed è proprio questo target che abbiamo riscontrato. I numeri di presenze negli Hotel stabiesi sono aumentante rispetto allo stesso periodo nel 2021», conclude Giovanna Del Gaudio, referente degli albergatori per l’Ascom di Castellammare.

CRONACA