Alberto Dortucci

Ercolano, ripulita in tempi record la lapide per le vittime della Moby Prince imbrattata dai vandali

Alberto Dortucci,  

Ercolano, ripulita in tempi record la lapide per le vittime della Moby Prince imbrattata dai vandali

Ercolano, sfregio alle vittime della Moby Prince: l'adesivo di un gruppo ultrà macchia la lapide

Ercolano. La richiesta era partita direttamente dal banco della presidenza del consiglio comunale durante l’ultima seduta dell’assise cittadina: «Mi segnalano un raid vandalico al parco inferiore di villa Favorita – la comunicazione “in diretta” di Luigi Simeone -. Qualcuno ha incollato due adesivi sulla lapide del piazzale intitolato alle vittime della Moby Prince: si tratta di un gesto vergognoso intollerabile, invito gli addetti alla manutenzione a ripulire in tempi rapidi il marmo imbrattato». Detto, fatto.

L’appello del capo dell’assise – condiviso e rilanciato dal sindaco Ciro Buonajuto – ha immediatamente messo in moto le grandi pulizie all’interno del polmone verde a ridosso del molo borbonico: gli adesivi di un gruppo ultrà dell’Ercolanese – verosimilmente incollati da psudo-tifosi della squadra granata – sono stati rimossi e la lapide dedicata alle vittime della Moby Prince (140 marittimi, di cui sette di Ercolano) tirata a lucido.

«Era un atto dovuto e urgente- sottolinea il primo cittadino -. Attraverso le immagini dell’impianto di videosorveglianza proveremo a individuare i responsabili di questo ignobile gesto: chi oltraggia la memoria dei figli della nostra città morti in una strage che ha provocato dolore e rabbia e infanga l’immagine di un’intera comunità non può restare impunito».

@riproduzione riservata 

CRONACA