Andrea Ripa

Eventi di Natale a Terzigno, il Comune «ripesca» le manifestazioni bloccate per il Covid

Andrea Ripa,  

Eventi di Natale a Terzigno, il Comune «ripesca» le manifestazioni bloccate per il Covid

Rinviati a causa dell’emergenza Coronavirus, il Comune di Terzigno «ripesca» gli eventi di Natale che lo scorso anno non si sono tenuti e che l’Ente di via Gionti ha «congelato» per dodici mesi assieme ai finanziamenti ottenuti dalla Città Metropolitana di Napoli. Sarà un Natale che seguirà per grandi linee il programma dello scorso anno quello che l’amministrazione Ranieri punta a riorganizzare in vista delle prossime settimane, anche grazie a una serie di iniziative che dodici mesi fa – complice l’impennata natalizia dei contagi da Covid – furono bloccate d’urgenza. Lo stop a causa del diffondersi del virus costrinse migliaia di amministrazioni – su tutto il territorio nazionale – a dover rinunciare agli eventi messi in agenda. E anche Terzigno, che aveva ottenuto finanziamenti per le festività natalizie, fu costretta a rivedere tutto. Ora che l’Italia è nella fase della ripartenza, anche se lentissima a giudicare dalle ultime indagini dell’Istat, la cittadina vesuviana punta a essere un polo attrattivo anche attraverso gli eventi di Natale. Soprattutto perché nei territori limitrofi di San Giuseppe Vesuviano e Ottaviano – due città senza più un’amministrazione politica – si va verso un «Natale soft», avaro di eventi a differenza del passato. La «riprogrammazione» da parte del Comune di Terzigno per le manifestazioni natalizie è divenuto un atto formale nei giorni scorsi, al termine di una riunione di giunta in cui si è discusso del calendario degli eventi da realizzare da qui alle prossime settimane. Nel documento – a firma dell’assessore con delega allo spettacolo, Vincenzo Guerriero – il programma per l’organizzazione delle iniziative da mettere in agenda. Tra queste anche quelle stoppate a causa dell’emergenza Covid. «Il sindaco metropolitano ha disposto, per le iniziative natalizie non attuate per le sopraggiunte disposizioni governative e regionali, apposito atto di indirizzo per prorogare la scadenza delle manifestazioni al periodo natalizio 2022-2023- si legge nell’atto – Per le iniziative realizzate parzialmente l’erogazione della sovvenzione potrà avvenire solo a conclusione delle manifestazioni riprogrammate mentre si potrà procedere alla liquidazione della quota parte della sovvenzione relativa alle manifestazioni svolte solo in caso di rinuncia alla riprogrammazione delle manifestazioni non svolte ed alla relativa quota parte della sovvenzione». Nelle scorse settimane l’amministrazione Ranieri ha comunicato la volontà di riprogrammare le attività natalizie e dopo aver ottenuto il via libera dalla Città Metropolitana, ha avviato le procedure per organizzare per il 18 dicembre prossimo un concerto di natale presso la parrocchia Maria Santissima del Carmine, provvedere all’installazione delle luminarie natalizie nei luoghi di svolgimento degli eventi dal 7 dicembre al 7 gennaio e una manifestazione comico-artistica presso piazza Troiano Caracciolo del Sole organizzata per il 30 dicembre.

CRONACA