Filosofia e paesaggio si fondono ad Anacapri

Marco Milano,  

Filosofia e paesaggio si fondono ad Anacapri

Ad Anacapri filosofia e paesaggio, tra opere, studenti, architetti e il “Quarto Faraglione”. La Giornata Mondiale della Filosofia, evento mondiale creato dall’Unesco nel 2002, è stata occasione in questi giorni sull’isola azzurra di dibattiti su tematiche di grande attualità. L’evento è stato organizzato in collaborazione tra il comune di Anacapri e la Fondazione AEK, che gestisce il Parco Filosofico di Anacapri, in località la “Migliera”, istituito per volontà dell’economista svedese Gunnar Adler-Karlsson e della moglie Marianne. Un parco che può essere visitato liberamente, e che offre, “oltre ad una pacifica immersione nella macchia mediterranea, anche vari percorsi dedicati, tramite mattonelle di maiolica, al pensiero di alcuni tra i maggiori filosofi mondiali dall’epoca di Delfi fino ad oggi”. A partecipare numerosi appassionati e gli studenti dell’Istituto “Axel Munthe” di Anacapri. Tra gli interventi quello dell’architetto Luca Esposito che ha affrontato l’aspetto “potenzialmente perturbante del paesaggio di Capri”, citando alcuni progetti ingegneristici e architettonici isolani mai realizzati o provocatori come l’Hotel “Il Quarto Faraglione”, immaginato dall’autore e architetto satirico Alvar Aaltissimo.

CRONACA