In Consiglio Regionale “un posto” per le vittime di violenza

metropolisweb,  

In Consiglio Regionale “un posto” per le vittime di violenza

Napoli. Una sedia occupata simbolicamente per ricordare le donne vittime di violenza. Un ‘posto occupato’ per dimostrare che il Consiglio regionale della Campania è accanto alle donne. E’ questo l’obiettivo della iniziativa presentata oggi per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: riservare simbolicamente un banco dell’Aula consiliare. “Aderiamo a questa iniziativa internazionale per lasciare un posto occupato alla donna che dovrebbe essere in questa aula tra di noi e non c’è più – spiega il presidente del Consiglio regionale Gennaro Oliviero – Questo per ricordare e per dare memoria che i femminicidi, nonostante la legislazione migliori contro questo reato, rimangono con lo stesso livello dell’anno scorso. Non è solo un problema di carattere della pena, ma è un problema culturale, per questo le istituzioni devono prestare sempre maggiore attenzione e fare in modo che le donne siano libere”. “Ringrazio il presidente Oliviero per aver aderito alla campagna – ha sottolineato Ilaria Perrelli che presiede Consulta Regionale per la Condizione della Donna e che ha proposto l’iniziativa – è un gesto semplice, simbolico ma molto importante e che venga fatto nell’aula Siani è ancora più importante perché le istituzioni non devono mai abbassare la guardia. L’idea, dato che la consulta è composta da 70 donne, è di tentare di portare questa campagna in quanti più luoghi possibili”. “Siamo al terzo posto dopo Lombardia e Lazio e siamo già ad otto femminicidi dall’inizio dell’anno – ha detto Loredana Raia, vice presidente con delega alle Pari Opportunità e Politiche di Genere – siamo in grande emergenza. Riteniamo importante come istituzione partecipare perché queste testimonianze ci fanno comprendere quanto ancora impegno serve. A questo proposito domani terremo un momento di confronto importante, una tavola rotonda insieme all’assessore Marchiello e alla presidente della sesta commissione delle politiche sociali per costruire il primo importante pezzo che riguarda la legge 17 che abbiamo approvato e che riguarda la parità salariale, l’incentivazione all’occupazione, l’imprenditoria femminile. Domani l’assessore Marchiello ha voluto avere la pubblicazione del registro delle imprese virtuose che applicano la parità salariale con una pubblicazione speciale del burc. Domani discuteremo anche del bando dedicato alle imprese che assumeranno donne a tempo indeterminato e all’articolo 10 della legge abbiamo previsto una quota per le donne vittime di violenza. E’ la risposta migliore per dare una mano”. La presidente della VI Commissione consiliare permanente Istruzione e Cultura, Ricerca scientifica, Politiche sociali, Bruna Fiola, ha sottolineato i “fatti del Consiglio regionale come il bando da 4 milioni di euro per dare opportunità alle donne perché centrale che abbiano l’autonomia economica”. “Le nostre azioni devono servire a rendere le donne non sole, autonome, anche questo può essere un incentivo alle denunce”, ha concluso.

CRONACA