ShopInPoggio, un portale per sfidare la crisi. Tre giovani di Poggiomarino fanno rete con i negozianti

Andrea Ripa,  

ShopInPoggio, un portale per sfidare la crisi. Tre giovani di Poggiomarino fanno rete con i negozianti

Un portale online per provare a combattere la crisi del commercio e le restrizioni legate alle recenti norme anti-Covid, a Poggiomarino nasce ShopInPoggio: è un sito web creato da tre giovani cittadini, messo a disposizione degli esercenti per «ampliare» il proprio raggio di vendita. L’indirizzo virtuale a cui i commercianti della cittĂ  possono far riferimento è online da ieri e in poche ore sono giĂ  arrivate decine di adesioni. Per gli esercenti nessun costo di attivazione, sbarcare su internet sarĂ  completamente gratuito.«Abbiamo deciso di mettere in campo questa iniziativa perchĂ© in tanti nei mesi scorsi parlavano di incentivare gli acquisti nel paese per evitare che i grandi colossi dell’e-commerce prendessero il sopravvento. Nessuno dava idee concrete per combattere questa ulteriore crisi. Così tra un post e l’altro su Facebook ci è venuta l’idea. Abbiamo messo insieme le nostre conoscenze e abbiamo creato questo portale», spiega Francesco Izzo che è uno dei promotori dell’iniziativa insieme ad Annette Palmieri e Fabrizio Aliberti. «Il nostro intento non è quello di svuotare i negozi della cittĂ , anzi permettere ai negozianti di affacciarsi a una platea piĂą ampia. Aiutarli a uscire da quella comfort-zone rappresentata dai clienti di fiducia». Un tentativo ambizioso. «Principalmente il progetto nasce per supportare il commercio locale. – spiega Izzo – Soprattutto durante questo periodo natalizio, in un momento così difficile dobbiamo sostenerci a vicenda. Tutti».Il portale di ShopInPoggio è attivo da ieri pomeriggio alle 14, in poche ore sono arrivate numerose adesioni. Chi vuole può presentare domanda per ottenere le credenziali ed allestire, in proprio, la vetrina virtuale. Mettendo in mostra gli articoli, con foto e quanto altro da vendere e proporre eventuali sconti alla clientela. Saranno gli esercizi commerciali a gestire le proprie attivitĂ  online. «Noi abbiamo soltanto messo a disposizione un portale web, ognuno può decidere di utilizzarlo come meglio crede. In questo senso abbiamo inteso tendere una mano ai negozi di Poggiomarino». E in un periodo di restrizioni economiche, come quello che da mesi a questa parte ci portiamo dietro, avere un’idea originale è giĂ  una grande cosa.

CRONACA