Pompei. Gay Pride, prove di disgelo: summit dopo le polemiche

metropolisweb,  

Pompei. Gay Pride, prove di disgelo: summit dopo le polemiche

San Silvestro. A Portici un 49enne ricoverato per ustioni. Trentacinque feriti, anche un bambino
Sangue sulle strade. Scontro frontale, 4 morti

Le prove di disgelo sono cominciate. Il presidente dell’Arcigay Napoli, Antonello Sannino, e il sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, tentano di avvicinarsi dopo le prime incomprensioni. Tra le parti ci sarebbe già stata una telefonata chiarificatrice, in attesa di un incontro che spazzi definitivamente via tutte le polemiche delle ultime settimane. Di sicuro, una cosa è certa: il Gay Pride nella città degli Scavi e del Santuario si farà il prossimo 30 giugno. Manca ancora il percorso, la madrina, così come tutte una serie di modalità da definire insieme a Questura e Digos. Ma un’altra data cerchiata in rosso già c’è e potrebbe essere decisiva: è quella del 3 febbraio, quando le parti si incontreranno nella sede Arcigay di Torre Annunziata per definire il percorso e se soprattutto la piazza – sede del Santuario – aprirà le sue porte alla comunità Lgbt.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++