Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Gennaro Annunziata,  

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Con rapporto schermo/corpo del 91%, è dotato di un display da 13,9", che offre una visione ampia in un corpo dalle dimensioni ridottissime

Nonostante sia al centro della guerra commerciale in corso tra la Cina e gli USA, Huawei non si ferma e, per quanto riguarda i prodotti consumer, non si accontenta di essere una delle aziende leader nel settore degli smartphone ma, da qualche tempo, aspira ad esserlo anche in quello dei laptop. Prova ne è l’elegante Matebook X Pro, un computer leggero e sottile, ideale sia per il lavoro che per il tempo libero, con sistema operativo Windows 10 Home.

Ha una scocca unibody in alluminio, con bordi diamantati e finitura sabbiata, che trasmette una sensazione premium, facendone un oggetto di lusso a tutti gli effetti. A dispetto della notevole potenza di calcolo, è una macchina incredibilmente portatile.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Da chiuso, è spesso solo 4,9 mm all’estremità anteriore più sottile e 14,6 mm in corrispondenza della cerniera posteriore. Pesa 1,33 kg ed è quindi, come ci tiene a precisare Huawei, più leggero del rivale MacBook Air 13″ della Apple che arriva a 1,35 kg. Largo 217 mm, lungo 304 mm, è poco più grande di un foglio A4 (210 × 297 mm), così da poter entrare comodamente nella maggior parte degli zaini, talvolta anche nella tasca per il tablet. È disponibile in due colori, Space Grey e Mystic Silver.

Un particolare ricercato e comodo sta nel fatto che il portatile si apre senza la necessità di bloccare la metà inferiore. Basta, infatti, inserire il pollice o un altro dito nell’apposito incavo, posto nella parte superiore dello schermo chiuso, sollevare leggermente e l’apertura avviene senza intoppi in modo fluido. Efficiente e solida la cerniera che consente di aprire le due parti del laptop fino ad un massimo di 135 gradi.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Una volta aperto, appare in tutta la sua bellezza il design FullView del MateBook X Pro che vanta un rapporto screen-to-body del 91% con lo schermo da 13,9 pollici, che ha cornici straordinariamente sottili (4,4 mm) ed offre una visione incredibilmente ampia, considerate le dimensioni ridotte, le stesse che ha di solito un notebook da 12 pollici.

Il display lucido è un LPTS con risoluzione 3K (3.000 x 2.000 pixel) e densità 260 PPI (pixel per pollice), protetto da un Corning Gorilla Glass antigraffio, ultrasottile e con trattamento anti-impronta. È uno schermo touch a 10 punti, reattivo e preciso. Guardandolo appare evidente che è più “quadrato” rispetto a quello di altri laptop in circolazione. Ha infatti un rapporto di aspect ratio 3:2 invece del più diffuso 16:9. Offre quindi più spazio verticale, cosa utile con i software di produttività, ma che, guardando video, comporta barre nere più pronunciate nella parte superiore e inferiore. Il display offre colori vividi e accurati, neri profondi, un elevato rapporto di contrasto (1.500: 1) ed una luminosità (450 nits) tale da consentire un utilizzo anche all’esterno sotto la luce diretta del sole.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Avere cornici dello schermo praticamente inesistenti, ha “costretto” gli ingegneri di Huawei a trovare una sistemazione alternativa alla webcam. La soluzione del problema è scenografica: la telecamera 720p è posizionata nella tastiera, tra i pulsanti F6 e F7, sotto un tasto, premendo il quale appare quando necessario. La scelta garantisce la privacy degli utenti nei momenti di non utilizzo ma non è esente da controindicazioni. Oltre al problema delle dita che entrano nel campo visivo, se si digita mentre la si utilizza, non potendo variare la sua inclinazione, non rende sempre agevole inquadrare il volto di chi si trova davanti al pc.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Resistente agli schizzi, la tastiera a isola full size ha tasti larghi e ben distanziati tra loro con buon feedback tattile ed una corsa profonda considerato il profilo ultrasottile del computer. La retroilluminazione bianca è regolabile solo su due livelli.

Davvero comodo il trackpad, che ha la certificazione Precision Touchpad di Microsoft e, a detta di Huawei, è il più ampio mai utilizzato su un notebook da 14 pollici.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Su entrambi i lati della tastiera ci sono due altoparlanti stereo ad alta potenza (per un totale di quattro a frequenza separata), una configurazione che consente di avere woofer con bassi profondi e tweeter con alti definiti. Supportano la tecnologia Dolby Atmos, che riduce le distorsioni e offre ogni minimo dettaglio per un’esperienza immersiva con effetti sonori intensi e precisi. Durante la visione di un action movie il suono si propaga attraverso i quattro canali audio distinti, mettendo l’ascoltatore al centro dell’azione. Da segnalare che, come le casse, anche i microfoni sono quattro e catturano il suono in modo preciso fino a 4 metri di distanza.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Sopra la tastiera, a destra, c’è il pulsante di accensione, che integra uno scanner di impronte digitali, e consente con un solo tocco di accendere il laptop e accedere al proprio profilo in tutta sicurezza. Occorrono solo 7,8 secondi per avviare la macchina, 6,6 secondi partendo dalla modalità di sospensione.

La dotazione hardware dell’unita di test vede la presenza di un processore Intel Core i7 8550U (c’è anche una versione con processore i5 8250U) di ottava generazione con 16 GB di RAM DDR4 ed una scheda video dedicata Nvidia GeForce MX150 con GDDR5 da 2 GB che assicura un’elaborazione più rapida delle immagini, una maggiore fluidità nel video editing e un’esperienza di gioco più stabile. Per l’archiviazione è disponibile una NVMe PCIe SSD da 512 GB.

Matebook X Pro, il notebook con la webcam a scomparsa

Per quanto riguarda la connettività, oltre a Wi-Fi AC dual band e Bluetooth 4.1, sono presenti un jack audio da 3,5 mm, una porta USB-A, due porte USB-C di cui una Thunderbolt 3 per connettere un display 4K o una scheda grafica esterna. Grazie alla tecnologia Huawei Share, è, inoltre, possibile condividere con altri dispositivi Huawei, foto e file, in modo rapido, semplice e sicuro, senza USB o software di terze parti. La velocità di trasferimento Wi-Fi arriva fino a 20 Mbps, 100 volte più veloce di quella del Bluetooth, così da poter scaricare fino a 1000 foto sul PC in soli 3 minuti e fino a 1 GB di video in 1 minuto.

La batteria integrata da 57.4 Wh e il basso consumo energetico garantiscono, a detta della casa madre, fino a 12 ore di riproduzione video 1080P, 14 ore di lavoro con applicativi Office o 15 ore di navigazione online. Durante la nostra prova non siamo andati mai oltre le 8 ore, un’autonomia comunque di assoluto rispetto.

Il caricabatterie in dotazione da 65 W ha un controller intelligente, che, a seconda del dispositivo collegato, fornisce il corretto voltaggio/amperaggio (20 V/3,25 A, 15 V/3 A, 12 V/2 A, 9 V/2 A, 5 V/2 A). Quindi, oltre che per il PC, lo si può utilizzare anche per gli smartphone, compresi quelli con ricarica rapida.

Per acquistare quello che è uno dei migliori laptop in circolazione occorrono attualmente 1.399,99 euro per la versione con processore Core i5-8250U e 256 GB di memoria, 1.699,00 euro per la versione oggetto di questa recensione. Il lancio al MWC di Barcellona dei modelli aggiornati con nuovi processori (i7-8565U e i5-8265U) e scheda grafica (GeForce MX250) dovrebbe portare nelle prossime settimane una discesa di questi prezzi consentendo di fare un buon affare.

Gennaro Annunziata