PA-V39, in auto si può alimentare anche il PC

Gennaro Annunziata,  

PA-V39, in auto si può alimentare anche il PC

Dotato di una presa in corrente alternata a 220-230 V e due porte USB a 5 V con intensità in uscita totale di 3,4 A

Utilissimi per chi porta con sé in auto, per lavoro o diletto, numerosi dispositivi elettrici ed elettronici, gli inverter, collegati all’accendisigari dell’auto, trasformano la corrente continua a 12 V in corrente alternata a 220-230 V a 50Hz, la stessa che è presente nelle prese elettriche di casa. È così possibile, mentre si è in viaggio, utilizzare i caricabatteria e gli alimentatori in dotazione a smartphone, tablet e notebook.

Il PA-V39 di Aukey, oggetto di questa recensione, eroga una potenza massima di 200 W e si può acquistare su Amazon a 33,99 euro.

PA-V39, in auto si può alimentare anche il PCPA-V39, in auto si può alimentare anche il PCNella confezione di vendita, oltre l’inverter, sono presenti il manuale, il certificato di garanzia (45 giorni per ricevere il rimborso in caso di ripensamento, 24 mesi per la sostituzione del prodotto in caso di malfunzionamento) e un cavo, non troppo lungo (64 cm), per collegarlo alla presa accendisigari dell’auto.
Ben assemblato e robusto, è realizzato in plastica di colore nero e metallo grigio chiaro satinato, con un design minimal che ne favorisce l’integrazione in qualsiasi abitacolo. Alto 15 cm, grazie alla sua forma a cilindro, con diametro di 6,5 cm alla base che si allarga leggermente nella parte alta fino a 9 cm, si inserisce facilmente in uno dei vani porta bevande, di cui tutte le auto più recenti sono dotate, e può essere bloccato mediante un anello laterale in gomma, spostabile a piacimento.

PA-V39, in auto si può alimentare anche il PCSul fondo è integrata una piccola ventola, poco rumorosa, che si avvia automaticamente se l’inverter si surriscalda. Nella parte alta, sotto un tappo removibile, oltre il pulsante ON/OFF con relativo led, sono presenti una presa (US/EU/UK) in corrente alternata a 220-230 V, due porte USB a 5 V con intensità in uscita totale di 3,4 A (2,4 A se si utilizza una sola porta) e una presa accendisigari a 12 V. Protezioni incorporate impediscono pericolosi sovraccarichi e cortocircuiti.

Durante la nostra prova abbiamo collegato simultaneamente, senza riscontrare alcun tipo di problema, l’alimentatore (da 70 W) di un PC portatile, uno smartphone e un tablet. Ipotizzabile per il PA-V39 anche un utilizzo professionale, per caricare le batterie degli utensili elettrici da lavoro, utilizzare compressori d’aria, lampade. Da segnalare, infine, che è bene attivare l’inverter solo a motore accesso se non si vuol rischiare di scaricare la batteria dell’auto.

Gennaro Annunziata