Pasqua a Napoli, tutti in fila per Caravaggio a Capodimonte

Redazione,  

Pasqua a Napoli, tutti in fila per Caravaggio a Capodimonte

Lunghe file al museo di Capodimonte per la mostra “Caravaggio Napoli”: solo nel lunedì in albis 2396 ingressi. Molti visitatori hanno scelto il biglietto integrato (con 1 solo euro di differenza infatti è possibile visitare anche il museo con le preziose collezioni e le altre due mostre in corso: Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere e Jan Fabre. Oro Rosso).    A pochi giorni dall’inaugurazione l’esposizione ha superato i 10mila ingressi e si prepara ad affrontare le prossime festività: 25 aprile e 1 maggio. Positivo anche il confronto con lo scorso anno: nonostante la Pasqua 2018 coincidesse con la prima domenica ad ingresso gratuito, tutto il weekend di Pasqua 2019 fa registrare un incremento del 30%.    Soddisfatto il direttore Sylvain Bellenger: “Siamo giunti a queste festività con un’offerta culturale variegata: ben 3 mostre (Caravaggio, Fabre e Depositi) e un museo sempre più accessibile con tutte le sezioni aperte, dalla ritrovata collezione De Ciccio all’Armeria Farnesiana e borbonica fino all’arte contemporanea. Un museo che ha ritrovato la sua visibilità nazionale e internazionale e il suo rapporto con la città. Abbiamo al momento quattro bus navetta di collegamento con il centro città: il tradizionale Shuttle Capodimonte a pagamento (con speciali tariffe residenti) con partenza dal teatro San Carlo ogni ora e poi tre navette gratuite di collegamento con il Pio Monte Misericordia (2 offerte dal Comune di Napoli e 1 dal Mibac), in partenza ogni 30 minuti dalla Porta Piccola di Capodimonte, a sfatare la presunta inaccessibilità del sito. Infine, ringrazio l’associazione MusiCapodimonte che con la sua musica ha allietato l’attesa dei turisti in fila”.