Stupro in bagno, l’altra verità. «Baci e carezze davanti a tutti»

Redazione,  

Stupro in bagno, l’altra verità. «Baci e carezze davanti a tutti»

SORRENTO –  Si sono baciati appassionatamente all’interno del locale situato nelle immediate vicinanze di piazza Torquato Tasso. L’hanno fatto con disinvoltura, davanti a decine di persone, tra cui alcuni turisti stranieri e dipendenti dell’attività. Era tutto consenziente, almeno fino a quel momento, almeno fino a quando non hanno cercato un po’ di intimità. I due erano abbastanza “affiatati” e si sono scambiati effusioni tra sorrisi e abbracci. Poi entrambi si sono appartati, allontanandosi in direzione dei bagni. E nel corso di questo tragitto fatto assieme non ci sono state forzature, opposizioni, urla o magari discussioni. E’ quello che alcune amiche di Jennifer (nome di fantasia per tutelare la privacy della vittima, ndr) hanno evidenziato agli inquirenti a proposito della denuncia presentata dalla ragazza di origini statunitensi che, lo scorso 11 maggio, ha dichiarato ai carabinieri di Sorrento di aver subìto un tentativo di stupro. Ad aggredirlo, secondo la giovane, è stato un coetaneo di Massa Lubrense conosciuto proprio quella sera.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/