Castellammare. Boom di B&B: sono 118. La metà è fuorilegge: zero controlli in città

metropolisweb,  

Castellammare. Boom di B&B: sono 118. La metà è fuorilegge: zero controlli in città

Se vai su internet e cerchi una camera per trascorrere le vacanze a Castellammare di Stabia hai la possibilità di scegliere, escludendo gli alberghi, tra 118 diverse strutture. Ce n’è per tutti i gusti: vicine al mare, nella zona collinare, in centro o magari in periferia ma a pochi metri di distanza dalla Circumvesuviana. «Il problema – come sostiene il presidente dell’Abbac, Agostino Ingenito – è che almeno la metà di queste strutture svolgono l’attività in modo abusivo», e questo «genera concorrenza sleale, abbassa la qualità dell’accoglienza, senza contare il pericolo di favorire la prostituzione e l’impossibilità di sapere veramente chi sono le persone che vengono ospitate».

Un problema non nuovo, ma che si sta diffondendo a macchia d’olio perché le strutture aumentano giorno dopo giorno, senza che le istituzioni si decidano ad affrontare la questione. Quantomeno per fissare delle regole: «Mesi fa abbiamo chiesto un incontro al Comune, ma nessuno ci ha contattato e ci dispiace soprattutto per i nostri associati sul territorio – continua – Castellammare rappresenta una cerniera fondamentale per il turismo e le strutture extralberghiere possono recitare un ruolo determinante, considerando la carenza di posti letto. Ma bisogna fissare delle regole chiare, per non svilire l’accoglienza turistica».

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale

http://metropolis.ita.newsmemory.com/