Firme false per candidatura, indagato sindaco Casertano

Redazione,  

Firme false per candidatura, indagato sindaco Casertano

CASERTA – Un avviso di conclusione delle indagini emesso dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere  è stato notificato dai carabinieri al sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, e ad altre cinque persone, tutte accusate di aver prodotto firme false durante la procedura di presentazione della candidatura dello stesso Velardi, nel 2016. Secondo la Procura – sostituti Alessandro Di Vico e VincenzoQuaranta – gli indagati avrebbero indotto in errore la sottocommissione elettorale circondariale di Marcianise in ordine alla regolarità delle sottoscrizioni. In particolare la”Sottocommissione avrebbe attestato la validità delle sottoscrizioni (239 firme) e la relativa regolarità delle autenticazioni, laddove 99 risultavano false, deliberando illegittimamente l’ammissione alla candidatura di Antonello Velardi a sindaco”. Velardi si presentò con la lista “Orgoglio Marcianise con Velardi sindaco”. Dal canto, Velardi, in un post su Fb, scrive: “Francamente non so quali siano le mie responsabilità in relazione a questa vicenda che ignoro del tutto. Nessuno me lo ha mai chiesto. Spiegherò agli inquirenti tutto ciò. Non so neanche di che cosa si parli. Il mio coinvolgimento è solo legato al fatto che ero candidato, non mi sono mai occupato direttamente o indirettamente della raccolta di firme”.