S10+, un top di gamma senza compromessi

S10+, un top di gamma senza compromessi

Uno dei migliori telefoni in circolazione con super prestazioni, un sensore di impronte a ultrasuoni, cam migliorate e una durata della batteria extralunga

Presentato in occasione del decimo anniversario della serie Galaxy, il nuovo top di gamma della Samsung, l’S10+, pur non essendo una radicale reinvenzione dello smartphone non manca di soluzioni tecnologiche innovative. Ad esempio è il primo telefono al mondo ad avere un sensore di impronte digitali ad ultrasuoni inserito sotto il nuovo display Infinity-O, ed è il primo Galaxy S dotato di cinque fotocamere, di cui una posteriore ultra-wide.

Nella confezione di vendita, oltre lo smartphone, sono presenti l’alimentatore 9V/1.67A (occorrono poco più di 90 minuti per una ricarica completa del telefono, che supporta anche la modalità wireless), un cavo USB/USB-C, un adattatore USB-C/USB, l’eiettore per il cassetto delle SIM e degli ottimi auricolari stereo in-ear della AKG con cavo in stoffa anti-groviglio e coppie di gommini di varie misure.

S10+, un top di gamma senza compromessi

Il percorso verso il telefono tutto schermo è quasi compiuto. Con l’eccezione di un sottilissimo bordo in alto e in basso, il Galaxy S10+ praticamente non ha cornici (rapporto screen to body è dell’88.9%).

S10+, un top di gamma senza compromessi

Samsung è riuscita ad ottenere questo risultato utilizzando un laser per ritagliare, nella parte superiore destra dello schermo, un foro ovale per le due fotocamere anteriori, sicuramente più invasivo rispetto al foro circolare dei “fratelli minori” S10 e S10e. Da segnalare che è possibile, se lo si desidera, nascondere il foro, mediante una barra nera che appare in alto sullo schermo. Manca il led di notifica ma è presente l’always on

Misurando 157.6×74.1 cm, il Galaxy S10+ non è un telefono che si utilizza facilmente con una sola mano. Inoltre, essendo il display edge-to-edge (va da un bordo all’altro), fa sì che, impugnando il dispositivo, possa capitare di premere qualcosa per errore. Per limitare queste difficoltà è possibile attivare la modalità a una mano.

Eccellente il lavoro fatto da Samsung in termini di ottimizzazione di spazi e peso. Il Galaxy S10+ è decisamente sottile (7,8 cm) e leggero (175 g). Ottima la qualità costruttiva della scocca monoblocco, che ha il profilo in alluminio e un rivestimento in Corning Gorilla Glass sulle due facce. È resistente alla polvere e all’acqua (immerso max 30 minuti fino a 1,5 metri di profondità), con certificazione IP68.

Per scrivere questa recensione abbiamo utilizzato il Galaxy S10 Plus nella colorazione Prism Black. Esistono anche le varianti cromatiche Prism White, Prism Green, Ceramic White e Ceramic Black.

S10+, un top di gamma senza compromessi

Lungo il bordo laterale, a sinistra, il bilanciere del volume e il tasto dedicato per attivare l’assistente vocale, a destra, il tasto on/off, in alto, il microfono secondario e il carrello per due SIM o, in alternativa, una SIM e una microSD, in basso, il microfono principale, l’uscita jack da 3.5 mm, la porta USB Type-C e uno dei due altoparlanti stereo (la capsula diventa, all’occorrenza, il secondo altoparlante).

S10+, un top di gamma senza compromessi

Sul retro, in alto, leggermente sporgente, il modulo orizzontale della tripla camera con il flash led e il sensore per il battito cardiaco.

Il display 19:9 da 6,4 pollici tecnologia Dynamic AMOLED è uno dei punti forti di questo telefono. Ha una risoluzione QHD+ (1440 x 3040 pixel), densità 522 PPI, una luminosità elevata ed un’ottima gestione dei colori. Supporta l’HDR10+, che, grazie alla funzione Dynamic Tone Mapping, ottimizza la luminosità delle immagini ed esalta la fedeltà cromatica dei colori, e, in mancanza di un led di notifica, anche l’always-on display per visualizzare orario, data e notifiche, a schermo spento.

S10+, un top di gamma senza compromessi

Il sensore digitale ad ultrasuoni incorporato nel display crea una mappa 3D dell’impronta. È facile da configurare e da utilizzare. Basta premere brevemente il dito, anche se è bagnato o leggermente sporco, su di un’area specifica dello schermo ed il telefono si sblocca in modo veloce. Per lo sblocco biometrico è disponibile anche il riconoscimento facciale (non 3D) attraverso la cam anteriore.

S10+, un top di gamma senza compromessi

La dotazione hardware vede la presenza di un chip Exynos 9820 con processo produttivo a 8 nm, un Octa-core (2×2.73 GHz Mongoose M4 + 2×2.31 GHz Cortex-A75 + 4×1.95 GHz Cortex-A55), affiancato da una GPU Mali G76 MP12, 8 GB di RAM e 128 (o 512) GB di memoria interna, espandibile tramite MicroSD fino a 1TB, rinunciando però ad una SIM telefonica.

Come verificato durante il periodo di test, il dispositivo è reattivo, veloce e fluido in qualsiasi circostanza, offrendo prestazioni inappuntabili anche in situazioni di gioco impegnative e con tantissime applicazioni aperte.

S10+, un top di gamma senza compromessi

Grazie ad un innovativo sistema di raffreddamento con camera a vapore, la dissipazione del calore è buona e sulla superficie in vetro non si percepiscono mai anomali aumenti di temperatura.

L’S10+ è un dual SIM dual standby, tramite impostazioni è possibile scegliere la SIM predefinita per dati, chiamate e messaggi. Eccellente la qualità delle chiamate telefoniche, grazie a un sezione radio con segnale telefonico stabile, a microfoni efficienti con soppressione del rumore di fondo, a capsula auricolare e a vivavoce dall’elevata resa. A proposito di audio, la qualità è buona ed è piuttosto potente.

La connettività LTE consente di navigare in 4G fino a 2000 Mbps in download, sono inoltre presenti il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/a a doppia banda, Bluetooth 5.0 e NFC con supporto a Google e Samsung Pay. Per la navigazione turn-by-turn sono disponibili A-GPS, GLONASS, BDS, GALILEO. Manca la radio FM.

La batteria integrata, una Li-ion da ben 4100 mAh, anche facendo un utilizzo intenso del dispositivo, ci ha sempre consentito di arrivare a fine giornata senza difficoltà. Un utilizzo normale del dispositivo, sfruttando anche le opzioni di risparmio energetico, permette di non ricaricare per almeno un giorno e mezzo.

S10+, un top di gamma senza compromessi

Da segnalare che, grazie alla funzionalità Wireless PowerShare, è possibile utilizzare il retro dell’S10 Plus per caricare altri dispositivi che supportano lo standard wireless Qi.

S10+, un top di gamma senza compromessi

Galaxy S10+ Plus, come già detto, mette a disposizione cinque fotocamere di cui tre nella parte posteriore: la principale con tecnologia Dual Pixel da 12 MP con apertura variabile (f/1.5-f/2.4), un teleobiettivo da 12 MP (f/2.4) con zoom ottico 2x e una lente grandangolare da 16 MP (f/2.2) che offre una spettacolare vista a 123° simile a quella dell’occhio umano (120°).

S10+, un top di gamma senza compromessi

Davanti sono presenti due fotocamere: la principale con tecnologia Dual Pixel da 10 MP (f/1.8) e un secondo obiettivo a rilevamento di profondità da 8 MP (f/2.2) per l’effetto bokeh.

Utilizzando un’unità di elaborazione neurale dedicata e l’intelligenza artificiale, la fotocamera posteriore è in grado di riconoscere 30 soggetti diversi e, sfruttando un database di oltre 100 milioni di foto, è in grado di suggerire in ogni situazione la migliore composizione. Gli scatti, in condizioni ottimali di illuminazione, hanno colori brillanti ma naturali con un contrasto mai eccessivo. Per le foto in notturna è disponibile la modalità Bright Night. Gli amanti dei ritratti hanno a disposizione i nuovi effetti Live Focus. È possibile scegliere tra sfocatura, rotazione, zoom e color point, che lascia il soggetto principale a colori mentre lo sfondo è in bianco e nero.

Le fotocamere anteriori offrono la possibilità di scattare un selfie normale o grandangolare, a cui è possibile applicare gli stessi effetti Live Focus utilizzabili per i ritratti.

Per quanto riguarda i video, è possibile registrarli in 4K fino a 60 fps con una grandissima qualità e una stabilizzazione, che di base già è buona ma con la modalità Super Steady diventa di livello cinematografico.

Il sistema operativo installato è la versione 9 Pie di Android con la nuova interfaccia utente proprietaria OneUI, veloce, ottimizzata e semplice da utilizzare. I tre tasti a schermo, Recenti, Home e Indietro, si possono sostituire con delle gesture. Supportato l’ecosistema desktop Samsung DeX e la realtà virtuale Gear VR. Comodo il menù laterale sul bordo edge. Con AR Emoji è possibile creare un avatar di se stessi con un migliorato tracciamento del viso. È disponibile anche il tracciamento di tutto il corpo e si possono creare adesivi dal proprio Emoji da inserire nelle foto.

Con prezzi di listino che vanno da 1029 euro per la versione base con 8 GB di RAM, 128 GB di memoria interna e retro in vetro, ai 1639 euro per quella con 12 GB di RAM, 1 TB di memoria interna e retro in ceramica, l’S10+, uno dei migliori smartphone in circolazione, si può attualmente acquistare su Amazon con prezzi a partire da 697 euro per la versione base.

Gennaro Annunziata


ULTIME NEWS