Il performer oplontino in scena con ballerini, giocolieri e dj contro omofobia e razzismo - Da Berlino a Torre, il ritorno di Emilio Rez

Da Berlino a Torre, il ritorno di Emilio Rez

(Rocco Traisci)

Dopo le dissacranti comparse en travestì nei talk show televisivi e le performance al Kitkat Club, Emilio Rez torna in Italia per promuovere il suo nuovo spettacolo, La Genderia. Originario di Torre Annunziata, croce e delizia della sua carriera di agitatore e artista (post) moderno, Emilio Rez vive a Berlino da 14 anni, più o meno da quando la sua celebre hit “Sei tremenda” diventò un vero e proprio anthem per i cultori del Maurizio Costanzo Show. Sabato scorso al Pompei Lab il ritorno a casa con la presentazione della sua nuova band, in occasione del “Pride Music Fest” a cinquant’anni dai moti di Stonewall (evento storico per la comunità Lgbt), in vista del prossimo Sorrento Pride del 14 settembre. “La Genderia è un gruppo collettivo che mette insieme dj, cantanti, musicisti, ballerini e trasformisti, in un mix di house music, tecno (passata, presente e futura) e videoproiezioni. L’intento è quello di far incontrare le persone, tenerle unite in un progetto artistico a prescindere dalle differenze di credo religioso, età, razza, etnia e identità sessuale – dice Rez – l’obiettivo è condividere momenti creativi attraverso l’arte e la cultura, che sono ancora i veicoli più sani per una crescita personale, umana e intellettuale”. Autore di quattro album e diversi singoli, Emilio Rez vanta collaborazioni con Ivan Cattaneo, Alex Farolfi, Paolino Rossato, Shorty e la violinista H.E.R. Ma la sua attività artistica non è solo show, entertainment o gusto per l’effimero: parte dei proventi degli spettacoli vengono devoluti in beneficienza ad associazioni qualificate come la sezione Arcigay “Antinoo” di Napoli e il Vesuvio Rainbow di Torre Annunziata, attive sul territorio per il contrasto all’omofobia, la difesa dei diritti umani, la cultura dell’accoglienza e il sostegno a persone e famiglie oltre la soglia dell’indigenza. “Il nostro spettacolo – spiega ancora Rez – è molto danzereccio, abbiamo volutamente aumentato i bpm affinché tutti possano aumentare la voglia di ballare, ascoltando canzoni che hanno qualcosa da dire su cui riflettere. E’ in preparazione un nuovo singolo che uscirà sulle piattaforme digitali che abbiamo presentato in anteprima proprio al Pompei Lab. Il titolo è tutto un programma: Unione Europea (benvenuti in Deutschland), una canzone che con occhio clinico ed ironico descrive ciò che è, in pratica, la nostra Unione Europea. Un brano scritto in meno di 30 minuti, ma con un testo molto attuale. Inoltre ho rispolverato la mia hit ‘Sei Tremenda’ in spagnolo (Eres Tremenda), lanciata anni fa dalle radio spagnole e mai cantata in Italia. Del gruppo fanno parte anche Claudio Climaco (dj/producer autore di Bailanda – remix della celebre Lambada – in circolo sulle frequenze di Radio Ibiza), Alex Rai (per anni dj resident dei club più noti di Mykonos), Monica Russo (cantante/bassista con il gruppo Miele+The Slings agli inizi degli anni duemila), Marco De Angelis (ballerino poliedrico e sputafuoco che ha trascorso diversi anni in Cina e insegnante di danza in una squadra 180 elementi) e Ida De Luca (educatrice di danza con alle spalle tanti anni di esperienza nelle scuole di settore e nei teatri nazionali)


ULTIME NEWS