Gli spogliatoi del San Paolo sono un cantiere. Il sindaco: «Potrei fare polemiche anch’io»

Redazione,  

Gli spogliatoi del San Paolo sono un cantiere. Il sindaco: «Potrei fare polemiche anch’io»

Gli spogliatoi del San Paolo sono ancora un cantiere aperto e Carlo Ancelotti ha sfogato tutta la sua comprensibile rabbia. E il sindaco di Napoli replica in maniera piccata. “Secondo me si sta montando un caso, un po’ troppo, e potrei fare anche io un po’ di polemica perché guarda caso lo spogliatoio è l’unico segmento di cui non si è occupato il Comune di Napoli”.  Luigi de Magistris aggiunge: “Aspettiamo il momento dell’esordio – ha affermato – Per gli altri lavori, devo dire la verità, ci hanno fatto tutti i complimenti per quello che abbiamo fatto e tutto il resto”. Secondo il primo cittadino, quello era un accordo tra l’Agenzia regionale per le universiadi, Gianluca Basile, la Regione Campania e la Società calcio Napoli. “Però Gianluca Basile ha detto che per sabato lo spogliatoio sarà in condizioni più che accettabili se non ottime, quindi diamo per buone le dichiarazioni di Basile”.

Immediatamente il caso finisce per essere una questione politica. “La questione degli spogliatoi dello stadio San Paolo di Napoli è la cartina tornasole della città. In linea di principio Carlo Ancelotti ha ragione. Non è pensabile mandare una rosa di calciatori che rappresentano ben dodici nazionali, dal valore di quasi un miliardo di euro, in una struttura che fino a poche ore prima era cosparsa di polvere e fili scoperti”. Così Gianluca Cantalamessa, presidente regionale della Lega inCampania. “Non può essere una risposta ‘per la gara sarà pronta’. Dal manto stradale alle segnaletiche, non si può arrivare sempre a l’ultimo minuto”.

“Ma cosa doveva fare di più il Presidente della Regione Vincenzo De Luca?”, si chiede il consigliere comunale di Napoli del Pd, Diego Venanzoni. “Grazie alle Universiadi e all’importante investimento di oltre 23 milioni di euro da parte della Regione i tifosi del Napoli possono essere orgogliosi di uno stadio degno della storia di Napoli e dei successi ottenuti dal Napoli di Maradona. Le polemiche delSindaco di Napoli sugli spogliatoi e sulle eventuali responsabilità della Regione sono inutili e strumentali”.