Calcio: scordare Liverpool, Napoli a Lecce per vincere

Redazione,  

Calcio: scordare Liverpool, Napoli a Lecce per vincere

NAPOLI – L’allarme appagamento lo lancia direttamente il presidente. Sul canale twitter, Aurelio De Laurentiis sprona gli azzurri. A Lecce non sono ammesse distrazioni, ma sicuramente non sarà una passeggiata per ilNapoli. Dunque ci vuole rabbia agonistica e concentrazione. Come se non bastassero le parole che stamani, prima dell’ultimo allenamento a Castel Volturno, Carlo Ancelotti ha rivolto ai suoi calciatori, il presidente ha voluto rincarare la dose. “Spero che i nostri calciatori – ha scritto sul suo profilo Twitter – non si adagino sulla vittoria contro il Liverpool. Non bisogna sentirsi sazi. Per vincere contro ilLecce bisognerà restare concentratissimi e pieni di rabbia agonistica”.

In effetti il pericolo maggiore per gli azzurri è proprio quello di prendere sotto gamba la partita con la squadra di Liverani, elemento che potrebbe ovviamente aggiungersi a un po’ di stanchezza psicofisica, naturale dopo un impegno così severo come quello di martedì scorso contro i Campioni d’Europa. Ancelotti, proprio per questi motivi, si affiderà a una robusta rotazione dei suoi uomini. Alcune scelte sono obbligate. Manolas, Younes e Allan non sono stati neppure convocati, il greco e il tedesco a causa di un affaticamento muscolare, il brasiliano per un attacco influenzale che lo ha colpito nelle ultime ore. Turnover, dunque, rispetto alla partita giocata con gli inglesi al San Paolo. Nella linea difensiva potrebbe essere confermato il solo Koulibaly. A desta Malcuit dovrebbe fare il suo debutto stagionale, Maksimovic il centrale di destra e Ghoulam prendere il posto di Mario Rui. A centrocampo ci sarà sicuramente Elmas, al posto di Allan e anche Zielinski troveràsicuramente una collocazione. In attacco, poi, Ancelotti dispone di più soluzioni. Possono giocare in quattro: Mertens, Llorente,Lozano e Milik, ma le maglie a disposizione sono soltanto due.Molto probabile, comunque, è il debutto di Milik che quest’anno non ha ancora giocato per un fastidio agli adduttori e un risentimento pubico. Nella fase di preparazione della gara il tecnico degli azzurri ha puntato molto sulla concentrazione e sulla rabbia agonistica, proprio quelle richiamate nel suo messaggio alla squadra dal presidente De Laurentiis.

Il rischio a Lecce è infatti quello di farsi travolgere dall’agonismo dei salentini, circostanza che potrebbe riequilibrare il dislivello tecnico tra le due squadre. Ancelotti e De Laurentiis chiedono perciò agli azzurri di far valere la legge del più forte.

(Foto Salvatore Gallo_Agostino Gemito Ag. Foto&Fatti)