Vincenzo Lamberti

Spedizione punitiva sul bus. Pestato l’autista della Sita

Vincenzo Lamberti,  

Spedizione punitiva sul bus. Pestato l’autista della Sita

CASTELLAMMARE DI STABIA – Il bersaglio designato era proprio lui, l’autista della Sita che, ieri pomeriggio, era alla guida del bus che si è fermato in viale Nazionale delle Puglie a Castellammare. Momenti di tensione e di panico quando, dopo che si sono aperte le porte, in tre sono saliti e con una violenza e una ferocia inaudita hanno picchiato selvaggiamente il conducente del pullman. Un passante, che si trovava dall’altro lato del marciapiede, ha avuto la freddezza di accendere la fotocamera e riprendere alcuni momenti salienti del pestaggio.

Un video della vergogna che, da ieri pomeriggio, fa il giro dei social e nel quale si vede la violenza con cui i tre si scagliano contro l’autista. L’uomo, che stava svolgendo il suo turno di lavoro portando i pendolari dai Monti Lattari a Napoli, attraverso Castellammare, non ha avuto neanche il tempo di alzarsi dal sediolino. Si vede, nel video, il tentativo inutile ed estremo di difendersi prima di essere assalito da una gragnuola di colpi al volto che lo hanno ridotto malissimo. Subito dopo l’aggressione, i presenti sul bus hanno prestato le prime cure all’autista. Ed hanno anche allertato le forze dell’ordine. Sul posto gli agenti del commissariato di polizia guidati dal primo dirigente Vincenzo Gioia, che hanno fermato l’aggressore e le altre due persone che si trovavano con lui. Trasferiti in commissariato sono stati interrogati.  Agli agenti avrebbero rivelato che la spedizione punitiva era nata per motivi privati: astio e rancore che dividevano l’autista del bus dall’aggressore che, per l’occasione, si era fatto dare man forte da altri due amici. I tre sono stati denunciati per lesioni gravi, ma anche per interruzione di pubblico servizio. Subito dopo l’aggressione, infatti, l’autista del bus è dovuto ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale San Leonardo. Per lui punti di sutura e medicazione delle ecchimosi che gli sono state riscontrate al volto e sul collo. Nelle prossime ore verrà ascoltato dalla polizia per confrontare le versione e comprendere cosa abbia potuto far scattare la furia vendicativa del terzetto.

Il precedente a Roma

Anche se per motivi legati alla viabilità il caso di Castellammare ha fatto tornare alla mente la vicenda di cui è stato vittima l’autista di un bus a Roma. Aggredito e pestato da otto giovanissimi ai quali aveva avuto l’ardire di chiedere il titolo di viaggio. Una spedizione punitiva che aveva lasciato esanime il conducente portato in gravi condizioni in ospedale.

Il Il video della vergogna

E il video che, da ieri, circola sui social e sui gruppi stabiesi ha fatto ricordare anche l’ultimo video che era circolato a Castellammare. La spedizione punitiva contro il titolare di un chiosco dell’Acqua della Madonna che, pochi minuti prima, aveva litigato con l’addetto allo smaltimento dei rifiuti.Il no alla rimozione di un sacchetto, determinò infatti, la reazione di un gruppo di violenti. Con sedie e mazze distrusseroil chioschetto, scatenando il panico e il terrore in una zona della città dove, a quell’ora, ancora circolavano turisti a pochi passi dall’area portuale dove attraccano gli yacht dei vip. Spedizione