Innovazione e tecnologia nel settore idrico: Gori presenta a Matera il sistema “Rete Sud”

Redazione,  

Innovazione e tecnologia nel settore idrico: Gori presenta a Matera il sistema “Rete Sud”

Le nuove sfide del Servizio Idrico Integrato in un contesto, quello dell’Italia Meridionale, da sempre in bilico tra criticità e potenzialità. Presente anche GORI alla conferenza organizzata da Utilitalia e Acquedotto Lucano, nell’ambito delle attività connesse a Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, e dedicata all’“Innovazione tecnologica nel settore idrico: un processo in continua evoluzione”. Nell’ottica della tutela della risorsa idrica, e di un uso responsabile e sostenibile della stessa, il Presidente di GORI, Michele Di Natale, è intervenuto per presentare il Sistema Rete Sud, un percorso che ha preso il via a febbraio 2018 con un protocollo d’intesa a cui hanno aderito, fino ad oggi, 21 aziende. “La corretta gestione del Servizio Idrico Integrato, in tutto il paese ma in particolare nel meridione, necessita innanzitutto di unità di intenti, impegno condiviso e una indispensabile visione globale delle criticità – dichiara il Presidente di GORI, Michele Di Natale – Ed è proprio questo spirito di condivisione ad alimentare Rete Sud, una realtà che mi auguro possa crescere, divenire piattaforma di confronto permanente tra i Gestori, e che sono stato fiero di presentare anche a Matera, una città splendida, che ha avuto la forza di trasformare le sue criticità in pura bellezza”.

Fare rete, dunque, per servire sempre meglio gli utenti, facilitare l’attivazione di collaborazioni strategiche e lo sviluppo di filiere competitive, essenziali per affrontare le sfide legate alle criticità strutturali del sistema idrico del sud Italia e ai nuovi scenari climatici e ambientali. L’eccessivo consumo di acqua potabile, gli effetti delle variazioni climatiche, le perdite idriche e l’obsolescenza delle infrastrutture, sono infatti le problematiche che maggiormente preoccupano, e impegnano, i Gestori del meridione. Al fine di affrontarle e superarle al meglio è necessario investire in nuove tecnologie: contatori intelligenti, sensori online per il monitoraggio della qualità dell’acqua potabile,strumenti di big data management e partizionamento delle reti idriche, sono solo alcune delle soluzioni possibili, da implementare anche attraverso lo sviluppo di una rete formativa e la collaborazione permanente tra gruppi di lavoro. GORI traccia così la direzione da intraprendere:piccoli passi, ma concreti, per lo sviluppo di un sistema gestionale agile.