Daniele Gentile

Torre del Greco, patto tra Comune e chiesa luterana: studenti in campo per l’ambiente

Daniele Gentile,  

Torre del Greco, patto tra Comune e chiesa luterana: studenti in campo per l’ambiente

Trapani-Juve Stabia 3-1. Le Vespe si illudono, Evacuo le punisce
Torre del Greco. Droga nascosta in pezzi di legno: arrestato 41enne

Torre del Greco. «Tutti insieme per pulire la città: gioco di squadra». è il progetto che vedrà impegnate tre scuole e che porterà in città 20 contenitori per raccogliere le deiezioni canine. Ieri la presentazione nell’aula consiliare colorata dalle delegazione dello scientifico Nobel, del comprensivo De Nicola-Sasso e della scuola di infanzia e primaria Gesù di Nazareth. Un’iniziativa voluta dalla Chiesa Evangelica Luterana grazie ai fondi raccolti con l’8 per mille: «Era giusto – dice la rappresentante legale della Chiesa Luterana, Cordelia Vitiello – prevedere un investimento a favore dei giovani e che lasciasse una traccia a Torre del Greco. La risposta dei ragazzi è il segnale che abbiamo ben investito». Le scuole tra l’altro saranno chiamate a realizzare una campagna informativa sulle modalità di smaltimento dei rifiuti: «L’ambiente – sottolinea il sindaco Giovanni Palomba – è sempre tra le nostre principali priorità». «Tutti dobbiamo essere protagonisti della rinascita – le parole di Renato Grimaldi, presidente di Form.It, ente promotore del progetto – e chi meglio dei bambini e dei ragazzi può portare forze fresche per consentire una crescita adeguate alle potenzialità della città». A spronare i ragazzi anche la consigliera regionale del Pd Loredana Raia: «È significativo che questa presentazione avvenga nel giorno in cui migliaia di studenti hanno manifestato per chiedere più attenzione all’ambiente. Ai ragazzi dico: siate buoni testimoni, fate tesoro delle regole e della necessità di rispettarle e divulgatele agli adulti». Entusiaste le rappresentanti delle tre scuole coinvolte: «Abbiamo sposato in pieno questa idea – dice la preside del Nobel, Annunziata Langella – Spesso parlo ai ragazzi di eco-sostenibilità e il nostro motto è ‘Liberi dalla plastica’. Contiamo di installare a scuola distributori di acqua per riempire le borracce di cui si doteranno gli allievi». Un programma “plastic free” condiviso dalla Gesù di Nazareth, come spiega la docente Eleonora Perna. «Mai rifiuti gettati a terra – ammonisce il dirigente scolastico del comprensivo De Nicola-Sasso – cerchiamo sempre un cestino e lì dove non lo troviamo mettiamo i rifiuti in tasca smaltendoli a casa». A chiudere la presidente dell’Inner Wheel Ercolano, Maria Rosaria Savastano».

©riproduzione riservata