Premio “Penisola Sorrentina” 2019 al Teatro delle Rose

Redazione,  

Premio “Penisola Sorrentina” 2019 al Teatro delle Rose

SORRENTO – Sarà uno speciale omaggio video introduttivo di Maurizio Costanzo a dare il via alla serata-spettacolo di sabato prossimo, a Piano di Sorrento, nel corso della quale saranno premiati nomi prestigiosi della cultura, dello spettacolo e del giornalismo. Proclamati lo scorso 9 ottobre al Teatro Eliseo di Via Nazionale i vincitori della 24esima edizione del Premio nazionale “Penisola Sorrentina”®  saliranno sul palco del Teatro delle Rose di Piano di Sorrento il 26 ottobre per ricevere il prestigioso riconoscimento.

“Il premio non è una vetrina, – sottolinea Mario Esposito, direttore artistico dell’evento – anche se richiama grandi personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, ma è il segno della presenza della cultura tra gli uomini. Ogni anno i premiati sono selezionati da una giuria composta da addetti ai lavori e personalità di spicco che selezionano le ‘ eccellenze’ nelle varie discipline tra cui teatro, musica, giornalismo”. Inserito nel cartello dei grandi eventi della Regione Campania il Premio, fondato nel 1996 dal poeta sorrentino Arturo Esposito, si conferma un appuntamento di grande rilievo, promosso in sinergia con il Comune di Piano di Sorrento, posto sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Mibact e dal Ministero dell’Interno.

“Il prestigioso palcoscenico premia attori, protagonisti ed interpreti culturali ma anche progetti, festival, spettacoli – sottolinea Corrado Matera, Assessore allo sviluppo e alla promozione del turismo Regione Campania Valorizzare i talenti: è questo lo spirito di un’iniziativa che raggiunge il suo apice nell’ultimo sabato di ottobre, a Piano di Sorrento, ma che si sostanzia di una ricerca continua di voci nuove e nuovi interpreti di un territorio che deve essere conosciuto, vissuto e raccontato tutto l’anno”. Grande attesa per alcune star come, tra gli altri, Christian De Sica (premio per il teatro) che riceverà il premio da Luca Barbareschi, direttore artistico del Teatro Eliseo e presidente della sezione teatro, Sergio Cammariere (premio per la musica) che sarà premiato da Danilo Rea, musicista e pianista jazz di fama internazionale nonché presidente della sezione musica del Premio, Vanessa Gravina (premio personaggio femminile), e Svetlana Kasyan (premio internazionale). Nutrita la presenza di personaggi del mondo dello spettacolo, alcuni vincitori delle precedenti edizioni, che hanno assicurato la propria presenza come Giancarlo Magalli, Francesca Cavallin, Anna Capasso, Angela Achilli e Magdi Allam. Ecco i vincitori e le categorie dell’edizione 2019: Sergio Cammariere (premio per la musica); Pierdavide Carone (premio giovane autore – Lino Trezza); Maurizio Costanzo (premio alla carriera); Christian De Sica (premio per il teatro); Fabrizio D’Esposito (premio genius loci); Vanessa Gravina (premio personaggio femminile); Svetlana Kasyan (premio internazionale); Raffaele Lauro (premio alla carriera narrativa) Ludovica Nasti (premio attrice rivelazione);  Gino Rivieccio (premio Dino Verde); Gennaro Sangiuliano (premio per il giornalismo); Senato & Cultura (premio per comunicazione istituzionale).

I PREMIATI 2019 IN PILLOLE 

Sergio Cammariere vince il premio per la musica, declinando e coniugando diversi stili e tendenze in particolar modo quello jazz che incrocia il mondo cantautorale. Pierdavide Carone, giovane autore, front man dei Dear Jack si è esibito a Sanremo con Lucio Dalla. È suo il testo “Caramelle”, dedicato al tema scottante della pedofilia, la cui esclusione da Sanremo destò molte polemiche e dibattiti. Maurizio Costanzo è la storia della televisione italiana. Ha ricevuto nel suo studio romano, in anteprima, la statuetta del premio alla carriera 2019 ed aprirà la serata delle premiazioni con un suo omaggio video dedicato alla cultura e al mondo della provincia. Christian De Sica, figlio del grande Vittorio (profondamente legato alla costiera sorrentina) sarà premiato per la categoria teatrale, con un particolare riferimento allo spettacolo “Christian racconta Christian De Sica”. Fabrizio D’Esposito è un figlio illustre della penisola sorrentina e si aggiudica la sezione “genius loci” che ogni anno viene assegnata ad un ambasciatore del territorio sorrentino a livello nazionale ed internazionale. è il responsabile della pagina politica de Il Fatto Quotidiano. Vanessa Gravina è un’attrice sensibile e poliedrica di cinema, fiction e teatro. Ha iniziato a sei mesi il mestiere di attrice. È attualmente tra le protagoniste della seguitissima serie RAI  “Il Paradiso delle Signore”. A lei va la nomination come “personaggio femminile”del 2019. Svetlana Kasyan è la premiata nella categoria internazionale. Georgiana di nascita, vive a Mosca. È uno dei soprani più apprezzati a livello mondiale, e viene chiamata la “nuova Maria Callas”. È stata protagonista un mese fa all’Arena di Verona nel ruolo di “Aida”, diretta dal Maestro Daniel Oren. Raffaele Lauro consigliere della Corte dei conti, prefetto della Repubblica, senatore della Repubblica ha ricoperto incarichi istituzionali di enorme prestigio. Per la narrativa ha pubblicato oltre quindici opere di rilievo. Ludovica Nasti, giovanissima, appena tredicenne è già nota al grande pubblico per il ruolo di protagonista nella serie Rai, diretta da Saverio Costanzo, “L’Amica Geniale”, serie Rai ambientata a Napoli e tratta dal romanzo di Elena Ferrante. Gino Rivieccio vince quest’anno il premio Dino Verde, dedicato al papà del varietà televisivo, autore di format indimenticabili come Scanzonatissimo. Rivieccio celebra il 25 ottobre quarant’anni di carriera.     Gennaro Sangiuliano è il direttore del Tg2 Rai. Giornalista, scrittore di successo, saggista e docente universitario viene premiato nella categoria “giornalismo”. “Senato & Cultura” è un progetto speciale promosso dalla Presidenza del Senato della Repubblica in collaborazione con la RAI. Ogni sabato mattina, in occasione dell’apertura di Palazzo Madama, il Senato diventa la Casa della cultura ed apre le porte ai giovani talenti del teatro, della musica, dell’arte. La RAI attraverso i propri canali tematici diffonde e promuove l’inestimabile patrimonio culturale.

IL PREMIO                                                                                                                                                                                        

È stato fondato nel 1996 come appuntamento legato alla poesia: tra gli storici vincitori Maria Luisa Spaziani (la celebre “Volpe” del Nobel Eugenio Montale), Michele Sovente (Premio Viareggio), Giovanni Raboni ed Alberto Bevilacqua.  Oggi il Premio è un evento cross mediale ed uno spettacolo culturale, riconosciuto dal Parlamento Europeo per la rilevanza internazionale. Si premiano attori, interpreti, protagonisti della cultura ma anche filiere, prodotti culturali, progetti dedicati all’Italia della cultura.

LA PARTNERSHIP CON IL TEATRO ELISEO ED ALTRE FONDAZIONI CULTURALI

Il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®  dal 2018 ha stretto una sinergia con il Teatro Eliseo, fucina di cultura e di produzioni. Il direttore artistico, Luca Barbareschi, è diventato il Presidente della sezione teatro del riconoscimento. L’evento si è anche collegato sin dal 2018 all’appuntamento di Matera2019 recuperando il rapporto tra i microcosmi del sud, i centri e le periferie di un mondo che ha avuto in questi anni un fortissimo impulso partendo dal nulla. Chi non ricorda la metafora utilizzata dal poeta campano, Alfonso Gatto, a proposito dei confini degradanti con la certosa di Padula indicati come “ultimo fienile”? Matera2019 indica però non solo una cicatrice superata e trasformata in una pagina di bellezza artistico-culturale per l’Italia meridionale, ma anche un modello di gestione del bene culturale e della valorizzazione del luogo attraverso la cultura”.

L’ADESIONE DELLA RAI E LA NOMINATION DEDICATA A “SENATO & CULTURA”                                                              

Anche la TV di Stato affiancherà così il prestigioso Premio culturale, insieme ad altri Enti di rilievo come la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Mibact, il Teatro Eliseo di Roma e la Regione Campania. In particolare la RAI ritira un riconoscimento per il miglior progetto di comunicazione istituzionale “Senato & Cultura”, orientato alla diffusione del Patrimonio culturale italiano