Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

Gennaro Annunziata,  

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

A differenza dei nuovi top di gamma Mate 30 e Mate 30 Pro, che, a causa dell’embargo imposto dagli USA lo scorso maggio, sono privi dei servizi Google, il medio gamma Nova 5T, di cui Huawei ha da poco annunciato l’arrivo sul mercato italiano, è dotato di una licenza Android completa con accesso al Play Store. A meno di colpi di scena, potrebbe essere uno degli ultimi, se non l’ultimo, smartphone della multinazionale cinese ad avere questa dotazione software.

Con questo telefono Huawei vuole venire incontro a chi sogna un dispositivo di fascia alta ma dispone di un budget limitato. Nonostante il grande display, risulta essere molto maneggevole. Ha un performante processore Kirin 980 e una configurazione a quattro fotocamere posteriori come quella del P30 Pro. Certo mancano funzionalità come ricarica wireless, schermo AMOLED e resistenza all’acqua. Potendo rinunciare a certe caratteristiche, però è un device da prendere in considerazione, soprattutto, se il già appetibile prezzo di lancio verrà, come prevedibile, ridotto nel breve periodo.

Nella confezione di vendita, oltre il telefono, sono presenti il caricabatteria SuperCharge da 22,5W (50% di carica in 24 minuti, completa in 90 minuti), un cavo USB-USB Type C, degli auricolari in ear di discreta fattura, un adattatore da Type-C a 3,5 mm, una graffetta metallica per aprire il vano SIM, la guida rapida e la garanzia.

La serie Nova, che ha appena rinnovato il suo logo, è una linea di prodotti caratterizzati da un design accattivante che li rende appetibili alle giovani generazioni, particolarmente attente allo stile. Non fa eccezione l’ultimo arrivato 5T, disponibile in tre varianti di colore: Crush Blue o Dark Black, che hanno sulla faccia posteriore un rivestimento lucido multistrato dall’effetto olografico 3D, oppure Midsummer Purple con il monogramma Nova ripetuto in modo simile a quanto avviene su una nota borsa di lusso.

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

Le dimensioni (73,97×154,25×7,87 mm), relativamente contenute, i bordi e gli angoli arrotondati lo rendono molto comodo da impugnare anche se si ha una mano piccola. Assemblato in modo perfetto, ha un peso (174 g) non eccessivo nonostante sia realizzato in robusto metallo e vetro. Manca la certificazione di resistenza all’acqua e alla polvere.

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

Sulla superficie posteriore rivestita in vetro 2.5D, che, essendo poco oleofobico, tende anche a riempirsi di impronte, oltre il logo HUAWEI in basso a sinistra, trova posto uno dei punti di forza del Nova 5T, la quad camera con tre degli obiettivi e il flash posizionati in un array verticale leggermente sporgente, in alto a sinistra, affiancati sul lato da un quarto obiettivo a filo.

Lungo bordo laterale, in basso, il microfono principale, una porta USB Type C (2.0 con supporto OTG) e la griglia dello speaker mono, non esaltante, per potenza e qualità, sia nella riproduzione musicale che nel vivavoce; in alto, microfono secondario per la soppressione del rumore di fondo, ed un sensore a infrarossi, che però stranamente non vede a bordo la presenza di alcuna app per sfruttarlo; a sinistra, lo slot estraibile per due SIM telefoniche in formato nano; a destra, il bilanciere del volume e il tasto di accensione che integra un sensore di impronte digitali, preciso, reattivo e facilmente raggiungibile dal dito pollice.

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

Sulla faccia anteriore, contraddistinta da un elevatissimo rapporto screen to body (84.41%), lo schermo FullView, perfettamente integrato in un fattore di forma compatto, ha una cornice sottilissima, che incorpora, in alto, dietro ad una quasi impercettibile griglia, la capsula auricolare e un piccolo led di notifica. Per la fotocamera frontale si è optato per un piccolo foro (punch-hole), dal diametro di 4,5 mm, che, posizionato in alto a sinistra sullo schermo, è davvero poco invasivo.

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

Il display è un IPS con diagonale da 6,26 pollici, risoluzione FullHD+ (1080×2340 pixel) e densità 412 ppi. Non è un AMOLED ma offre comunque dei neri convincenti ed elevati angoli di visione. Buoni il contrasto e la luminosità, anche in esterno sotto la luce diretta del sole. Nel pannello di gestione si può scegliere modalità (Normale o Intensa) e temperatura colore. È possibile anche attivare il filtro della luce blu, dannosa per gli occhi, evitando l’affaticamento visivo.

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

A bordo il chipset proprietario Kirin 980, un potente octa-core (2 x Cortex-A76 a 2,6 GHz + 2 x Cortex-A76 a 1,92 GHz + 4 x Cortex-A55 a 1,8 GHz) a 7 nm con doppia NPU (Neural – network Processing Unit) a supporto dell’Intelligenza Artificiale (AI). È affiancato da 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, non espandibile.

Le prestazioni, durante la nostra prova, sono state eccellenti in tutte le attività, con avvii fulminei e grande fluidità, assenza di lag o impuntamenti, nell’utilizzo di app, nella navigazione web, nella fruizione dei contenuti multimediali e nel gaming, in cui la GPU Turbo 3.0 brilla con una accelerazione dell’elaborazione grafica che riduce la latenza, senza compromettere la durata della batteria. Anche se messo sotto stress, non si sono mai registrati aumenti di temperatura anomali e comunque non al punto da causare problemi o disagi.

Nova 5T è un dual SIM dual standby, tramite impostazioni è possibile scegliere la SIM predefinita per dati, chiamate e messaggi ed attivare l’inoltro automatico quando si utilizza una sola delle due SIM. Ottima la qualità delle chiamate telefoniche, grazie a un sezione radio con segnale telefonico stabile, anche in movimento, a microfoni molto efficienti e a capsula auricolare dall’elevata resa.

Per quanto riguarda la connettività, sono presenti 4G LTE, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual band, Bluetooth 5.0 (A2DP, aptX HD, LE) e NFC. Per la navigazione turn-by-turn, sono supportati GPS, A-GPS, GLONASS, BDS, GALILEO e QZSS.

L’ottimo connubio tra hardware e software riesce a garantire un’elevata autonomia. La batteria integrata da 3750 mAh, durante la nostra prova, ci ha consentito di arrivare alla fine di un’intensa giornata di utilizzo con un’autonomia residua di oltre il 30%. Facendo utilizzo normale del dispositivo, sfruttando le opzioni di risparmio energetico, è possibile non ricaricare per quasi due giorni.

Nova 5T, un medio gamma con tante luci e poche ombre

Il Nova 5T vanta un comparto fotografico di assoluto rilievo con 5 obiettivi (4 posteriori e 1 anteriore) potenziati dall’Intelligenza Artificiale (AI). Per garantire massima versatilità e ottimi risultati sia negli scatti ampi che in quelli più ravvicinati, la fotocamera posteriore, che supporta autofocus (a fase e a contrasto), dispone di un obiettivo da 48 MP (apertura f / 1.8), un obiettivo grandangolare da 16 MP (apertura f / 2.2 FF), un obiettivo macro da 2 MP (apertura f / 2.4) e un obiettivo bokeh da 2 MP (apertura f / 2.4). Manca un teleobiettivo ma l’obiettivo principale ad alta risoluzione può fornire uno zoom digitale fino a 10x.

Tra le numerose modalità di scatto disponibili, l’AI HDR+ fonde più di un fotogramma in un unico scatto, selezionando in automatico le parti migliori, così da avere una foto notevolmente migliorata. In generale la qualità delle foto è ottima, soprattutto in condizioni di luce favorevole. Le immagini ottenute sono nitide con colori vibranti ed un buon contrasto. In condizioni di scarsa illuminazione è possibile illuminare l’intera scena applicando l’HDR ma il rumore tende a insinuarsi. Se si desiderano risultati migliori, è preferibile utilizzare la modalità Super Night, che sfrutta la tecnologia AI Image Stabilization (AIS) ed un sensore intelligente di rilevamento della luce, per ottenere scatti incredibilmente chiari anche di notte.

I video si possono registrare fino a 4K/30 fps con un’ottima stabilizzazione. La funzione di editing avanzata con AI riconosce nei video automaticamente i soggetti ricorrenti, raccogliendo tutti i contenuti con lo stesso soggetto. Buoni i selfies ottenibili con la fotocamera frontale da 32 MP, che cattura anche i più piccoli dettagli.

Sul Nova 5T è installata la versione 9.0 Pie di Android, con interfaccia utente proprietaria EMUI 9.1, che assicura una buona user experience. Numerosi i temi a disposizione per la personalizzazione, è possibile scegliere se avere o meno l’app drawer. Numerose le funzionalità intelligenti a disposizione, come la traduzione AI in tempo reale.

Si può attualmente acquistare su Amazon a 429 euro con uno speaker Bluetooth in bundle. Sebbene il prezzo sia adeguato alle qualità di questo dispositivo, il Nova 5T potrebbe patire la concorrenza di alcuni smartphone di un agguerrito competitor cinese, al momento molto attivo nello stesso segmento.

Gennaro Annunziata