Euro 2020. Mancini: “Girone equilibrato, dura la scelta dei 23”

Redazione,  

Euro 2020. Mancini: “Girone equilibrato, dura la scelta dei 23”

Il sorteggio di Euro 2020 non ha fatto venire il mal di testa a Roberto Mancini. Le ‘corazzate’ in agguato nelle urne, Francia e Portogallo in testa, sono approdate altrove e l’Italia può guardare con serenità ad un girone che disputerà tutto in casa con Turchia, Svizzera e Galles, da affrontare nell’ordine. “Sono squadre tutte competitive, siamo comunque alla fase finale. Certo poteva capitare anche la Francia, ma il nostro è un gruppo equilibrato – ha commentato a caldo il ct, che avrà un bel po’ di tempo per studiare le avversarie ma anche tanto da pensare su chi escludere dai 23 della lista definitiva -. Siamo favoriti? Le partite sono da giocare, certo ci aiuta il fatto di disputarle in Italia. Quanto al torneo, l’Italia ha l’obbligo di provare a vincere”. Secondo il tecnico azzurro, non sarà facile la sfida col Galles “è una squadra solida, che gioca un buon calcio, con tanti nazionali in Premier League” ed è presto per pensare al dopo: “Giochiamoci per ora il girone e vediamo di passarlo bene e comunque se si vuole arrivare a Londra bisogna battere ogni avversaria”. “Noi stiamo facendo le cose per bene ma c’è da lavorare tanto e migliorare molto da qui all’inizio del torneo. Tanti giocatori hanno contribuito alla riscossa della Nazionale. Purtroppo sono più di 23, sarà un gran problema”, ha concluso. “E’ un buon sorteggio ma non esageriamo con l’entusiasmo, le gare vanno giocate – ha detto invece il presidente della Figc, Gabriele Gravina -. Il girone è equilibrato in questi casi basta poco per spostare quegli stessi equilibri. Ci dà un certo vantaggio giocare sempre in casa”. Il presidente ha elogiato il “gran lavoro” di Mancini: “Essere al primo posto del podio delle nazioni qualificate non può che dare orgoglio e soddisfazione”, ha sottolineato, prima di confermare che prima dell’Europeo l’Italia disputerà “due amichevoli di spessore, con l’Inghilterra a Wembley e con la Germania, credo a Monaco”. “L’Italia è la favorita del girone. è stata fortunata – ha commentato il ct della Svizzera, Vladimiri Petkovic -. Oltre alle sue qualità gioca tre partite su tre in casa. Noi lotteremo con le altre cercando di arrivare secondi”. Il ct del Galles, Ryan Giggs, si aspetta “una sfida dura con gli azzurri, che hanno fatto percorso netto nelle qualificazioni”, mentre Senol Gunes, tecnico della Turchia che affronterà giocherà a Roma la partita inaugurale vede l’Italia come favorita anche se si aspetta “delle sorprese”. “L’Italia negli ultimi tempi ha avuto dei problemi ma adesso sta risorgendo, segna tanto e credo che sarà una bella partita. Alla Turchia piace giocare con tecnica, passaggi veloci, proprio come l’Italia”.