Arte a Palazzo a Torre del Greco: ecco “Madre corallo”, ultima creazione del fumettista Pasquale Qualano

Redazione,  

Arte a Palazzo a Torre del Greco: ecco “Madre corallo”, ultima creazione del fumettista Pasquale Qualano

Salerno. Tenta di sgozzarsi davanti albero di Natale: è grave
Intervista a Don Alfonso. Le ricette per salvare l?ambiente e la salute

Torre del Greco. Nasce “Madre corallo”, l’ultima creazione del fumettista torrese Pasquale Qualano, noto per le tante collaborazioni con case editrici nazionali e internazionali. E per questo significativo momento Qualano non solo ha scelto la sua città natale, fonte di ispirazione a partire dal nome del soggetto proposto, ma addirittura un’intera esposizione dedicata alle eccellenze cittadine. “Madre corallo” dunque ha visto la luce ad “Arte a Palazzo” la kermesse che fino al 7 gennaio vede in esposizione oltre 200 opere legate alle tradizioni e all’artigianato torrese promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Torre del Greco, guidato da Enrico Pensati, e dall’associazione Cameo Art, con la direzione artistica di Giovanna Accardo.“Si tratta – ha detto l’autore dopo avere scoperto l’opera – di un’ipotetica madre della città, naturale punto di collegamento tra le opere che derivano dalla lavorazione del corallo e cammeo”.Qualano oggi collabora con tante case editrici internazionali ma non dimentica la sua formazione, tutta torrese: il 45enne fumettista infatti ha studiato all’istituto d’arte (la scuola dove ha insegnato il suo bisnonno) e ha iniziato a lavorare come scultore nella bottega degli zii. Il nonno era invece incisore. Ma Qualano ha sempre avuto la matita in mano: “Sin da piccolo sognavo di fare quello che poi è diventato poi il mio lavoro”.A favorire l’incontro tra Cameo Art e Pasquale Qualano è stata Alt-associazione lettori torresi: “Conosciamo l’impegno di Cameo Art e la passione di Pasquale – spiega Giulio Visciano – Questo è stato un modo per donare una parte del nostro cuore alla mostra ‘Arte a Palazzo’, con l’obiettivo di aiutare a far rinascere il sistema cultura a Torre del Greco”.