Gracia De Torres, tra passerelle e parquet: «Amo Napoli»

Gianluigi Noviello,  

Gracia De Torres, tra passerelle e parquet: «Amo Napoli»

A Napoli c’era già stata per lavoro, ma da circa 6 mesi ormai ci vive stabilmente e chissà che non possa fermarsi ancora per molto tempo: Gracia De Torres, modella e conduttrice tv spagnola nonchè moglie del cestista della Ge. Vi. Napoli Basket Daniele Sandri, sta condividendo insieme al marito l’avventura in terra partenopea che pare stai piacendo moltissimo ad entrambi. «Ci siamo trovati benissimo fin da subito – spiega l’ex naufraga dell’Isola dei Famosi – qui il clima è ottimo ma soprattutto la gente è molto calorosa e disponibile, dote che ti consente subito l’inserimento nel contesto sociale». Una sorpresa positiva per entrambi: «Napoli spesso non gode di buona fama all’estero – aggiunge la star iberica – ma posso garantire che vivere qui ha un sapore tutto particolare e bellissimo». Una coppia pienamente integrata in città, vissuta anche durante il periodo delle festività natalizie: «Ho ancora in mente il ricordo dello scorso Capodanno vissuto al Vomero – rivela Gracia – eravamo in un posto incantevole dove abbiamo potuto ammirare tutta la città durante la notte di festa e devo dire che è stata veramente un’emozione particolare e difficile anche da descrivere». Eppure di luoghi e monumenti da visitare ce ne sono ancora parecchi per entrambi: «Ci mancano ancora tantissime cose da dover visitare – prosegue la spagnola – con Daniele ci siamo ripromessi che non appena avremo qualche giorno libero entrambi, ci gireremo questa splendida regione in lungo e largo». C’è un appuntamento che però Gracia non si perderebbe per nulla al mondo, ed è al Pala Barbuto in occasione delle gare interne della Ge. Vi. Napoli Basket, che la modella segue con grande trasporto e passione: «La stagione è particolare – spiega Gracia – la società è al debutto in A2, la squadra è composta da tanti giocatori nuovi e poi c’è stato subito il cambio di allenatore, ma sono convinta che se questo gruppo continuerà a lavorare con passione ed impegno potrà togliersi belle soddisfazioni e provare a centrare l’obiettivo dei play off, anche se oggettivamente servirà veramente una grande impresa per arrivarci». Seppur con qualche sconfitta di troppo, la stagione scorre via tranquillamente per il gruppo di coach Sacripanti, che non ha dovuto passare le stesse peripezie vissute dai colleghi del Napoli Calcio, alle prese a novembre con qualche problema extra sportivo di troppo che ha riguardato anche i loro familiari: «Non entro nel merito perché non conosco a fondo la situazione – analizza Gracia – posso però comprendere che non deve essere stato facile vivere quel periodo. Napoli è una città dove si vive tutto intensamente nel bene e nel male, soprattutto nel calcio che per molti è una vera e propria religione e ragione di vita, però devo dire che per me e Daniele così come credo anche per gli altri componenti della squadra ed i loro familiari, la città è sempre stata vissuta in maniera sicura». Un 2020 appena iniziato ma che si prospetta denso di appuntamenti e speranze per la coppia d’oro della palla a spicchi partenopea: «Spero che Daniele possa raggiungere i traguardi sperati per se e per la società che ce la sta mettendo tutta per riportare Napoli nel basket che conta – conclude Gracia – personalmente anche io ho tanti progetti sia nel campo della moda che nel fitness, ma spero che nel nostro 2020 ci sia anche il tempo di poter annunciare un nuovo ingresso nella nostra famiglia». E dopo i tre splendidi cagnolini (i chihuahua Iola, Pepe e Nube) chissà che il primo bebè in casa Sandri non abbia scritto sulla carta d’identità la città di Napoli come luogo di nascita.