Giappone, nave in quarantena. Il comandante è sorrentino, la moglie: «Siamo in ansia»

Redazione,  

Giappone, nave in quarantena. Il comandante è sorrentino, la moglie: «Siamo in ansia»
epa08191512 The Diamond Princess cruise ship is anchored in quarantine off the port of Yokohama, in Yokohama, Japan, 04 February 2020. More 3,700 people, including passengers and staff members, are being tested for coronavirus infection after a passenger who was previously onboard tested positive for the virus in Hong Kong on 01 February. EPA/FRANCK ROBICHON

Una nave da crociera in quarantena nella baia di Yokohama, al largo del Giappone, perché a bordo si sono registrati alcuni casi di coronavirus. Si tratta della Diamond Princess della Carnival Japan. Sulla nave è salito personale sanitario che sta effettuando controlli sui 2.666 passeggeri e 1.045 membri dell’equipaggio. Il comandante è Gennaro Arma, originario di Sant’Agnello. Con lui a bordo ci sono altri 34 italiani, di cui 20 dell’equipaggio. Come ha specificato la Farnesina, nessuno di loro è stato contagiato. Ma la preoccupazione resta, soprattutto quella dei familiari. «Siamo tutti un po’ in ansia, ma sereni – ammette la signora Marianna, moglie di Arma, che quotidianamente e più volte, col figlio, si sente col marito – Siamo in contatto costante,  così come come tutti i giorni precedenti. Ora certamente ci sentiamo qualche volta in più. Ma credo sia normale. Speriamo che mio marito possa riposare un po’ anche perché ha grandi responsabilità». Il comandante Arma, come confermato dalla moglie, sta seguendo l’evolversi della situazione anche attraverso il telefonino. La quarantena, cominciata il 4 febbraio, dovrà durare 15 giorni; fino al 19 febbraio la nave resterà ferma. Poi, in base agli sviluppi, le autorità giapponesi decideranno cosa fare. «Loro sono molto precisi e gentili. Davvero una garanzia» sostiene Marianna. Già oggi, tra i familiari e il comandante, ci sarà un nuovo contatto telefonico. La vicenda della Diamond Princess è seguita con massima attenzione dall’intera comunità della penisola sorrentina. Il comandante Arma è un professionista molto noto e stimato. Anche l’amministrazione comunale di Sant’Agnello si è interessata al caso. Intanto, a proposito di un passeggero di ottant’anni sbarcato il 25 gennaio a Hong Kong e successivamente risultato positivo al coronavirus, la compagnia ha precisato che «non si era sottoposto a visita medica all’interno della nave mentre navigava con noi. Secondo l’ospedale in cui si trova, le sue condizioni sono stabili e non sono state riscontrate infezioni tra i membri della sua famiglia che viaggiavano con lui».