Sviluppo e Territorio: grande successo a Scafati nell’incontro con i cittadini

Redazione,  

Sviluppo e Territorio: grande successo a Scafati nell’incontro con i cittadini

Anche a Scafati Sviluppo e Territorio è presente ed è al fianco della gente. Il Movimento associativo fondato dal Consigliere regionale Alfonso Longobardi ha incontrato i cittadini presso la sala teatro Don Bosco: centinaia le persone presenti all’evento. Con l’esponente politico regionale sono intervenuti anche Giovanni Pisacane, coordinatore cittadino di Sviluppo e Territorio a Scafati , Bruno Cammarota, coordinatore di Boscoreale, Adriana Auricino, coordinatrice di Sviluppo e Territorio-Generazione Futuro. Molti i temi al centro dell’incontro svolto con gli scafatesi: l’ospedale cittadino, il fiume Sarno, la mobilità locale sono stati alcuni dei punti discussi durante la manifestazione. Il Consigliere regionale Alfonso Longobardi ha illustrato in particolare le iniziative assunte in cinque anni in Consiglio regionale, al fianco dei cittadini e del territorio. In particolare grande attenzione è stata riservata alla lotta contro l’inquinamento , attraverso la bonifica e la riqualificare ambientale degli affluenti del Sarno e delle zone più esposte ai rischi ambientali. Il Movimento associativo di Longobardi, all’insegna della Politica del fare , è ora impegnato in un tour a tutto campo , su tutta la Regione Campania , per ascoltare i cittadini, le istanze popolari  e rappresenta oggi la grande novità politica in vista delle elezioni regionali della prossima primavera. “Il nostro movimento  – spiega Alfonso Longobardi  – è libero, dinamico, innovativo, concreto. Assicuriamo una presenza quotidiana,  per ascoltare tutti e trovare insieme le soluzioni ai problemi. Non abbiamo la bacchetta magica ma con l’impegno costante e serio , diamo risposte vere ai cittadini che giorno dopo giorno apprezzano questo modo nuovo di fare politica e rappresentare le istanze popolari.A Scafati abbiamo spiegato ai cittadini presenti le iniziative assunte in questi anni  , in particolare quelle per difendere la salute pubblica e l’ambiente. A breve verrà ultimato il collettore Sub 1, un’ opera fondamentale attesa da anni, che consentirà di portare a depurazione gli scarichi reflui di un vasto comprensorio,  da Scafati a Pompei, da Santa Maria La Carità a Sant’Antonio Abate “.