L’idea del gruppo Aponte: rilevare il treno dei turisti Campania Express

Salvatore Dare,  

L’idea del gruppo Aponte: rilevare il treno dei turisti Campania Express

Sorinvest, la spa promossa dall’armatore Gianluigi Aponte, vuole rilevare la gestione del Campania Express dalle mani di Eav. Le trattative partiranno ufficialmente a breve e si conta di convincere l’azienda presieduta dal manager Umberto De Gregorio a “cedere” il cosiddetto treno dei turisti. L’obiettivo della società per azioni, che si occupa di incoming e mira a mettere le mani anche sul restyling del porto di Sorrento, è migliorare il servizio di trasporto ferroviario. Si vedrà. L’intenzione di Sorinvest – composta da centinaia di imprenditori alberghieri, commerciali e turistici della penisola sorrentina – è quella di imprimere una svolta anche di immagine nel comparto Eav. E cercherà di farlo in prima linea assumendosi magari l’onere e l’onore di gestire il Campania Express. Già alcuni mesi fa circolarono insistenti indiscrezioni che davano la cordata Aponte determinata ad avviare un negoziato con Eav e anche con la Regione Campania. Ma non se ne fece nulla e non vennero a galla grossi margini di manovra. Adesso la cosa potrebbe assumere un peso differente. La questione è aperta e, ad esempio, suscita interesse anche da parte dei candidati sindaci di Sorrento che si contenderanno la fascia tricolore alle prossime elezioni Comunali di fine primavera. L’ex sindaco Marco Fiorentino è dell’avviso che “privatizzare” il Campania Express sia una scelta da condividere e incitare. Tanto che, nella conferenza stampa nella quale l’ex primo cittadino ha annunciato il ritorno in campo, ha indicato nel numero di sei le corse minime da coprire lungo il tragitto tra Sorrento e Napoli con fermate a Pompei, Oplonti ed Ercolano. Sorinvest è un gruppo ambizioso, che ha grossi capitali e nomi altisonanti nel campo dell’imprenditoria. Ed evidentemente si fa avanti pure con Eav avendo ricevuto la benedizione di Aponte. L’armatore, patron del colosso marittimo Msc, ha sposato in pieno l’idea di istituire una società per azioni che possa accompagnare o magari in certi casi “rimpiazzare” la pubblica amministrazione nell’esecuzione di alcuni progetti e interventi. Sorinvest, da mesi, si è fatta avanti col Comune di Sorrento per l’ormai celebre progetto del percorso pedonale meccanizzato che prevede un collegamento tra il porto di Marina Piccola e il centro cittadino attraverso gallerie, ascensori e tappeti mobili. L’infrastruttura costa circa 16 milioni di euro. E Sorinvest, anche grazie a un finanziamento pari a otto milioni di euro, intende mettere sul piatto la rimanente parte dei costi da coprire assumendosi la gestione del percorso su base pluriennale riconoscendo un alto canone concessorio da versare nelle casse dell’amministrazione comunale di Sorrento. In tal senso si attende che dopo il bando per la progettazione delle opere, il Comune di Sorrento provveda ad imprimere una vera e propria accelerata pubblicando l’avviso pubblico per i lavori. Anche se, è evidente, che al momento sul tavolo dell’amministrazione Cuomo ci sia ben altro, tipo le strategie elettorali. Intanto spunta anche la concreta possibilità di avviare un dialogo costruttivo con Eav per Campania Express. Anche se rimane da valutare la fattibilità del business plan, che di certo va spalmato su più anni e va concordato sotto l’egida della Regione Campania.