DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Gennaro Annunziata,  

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Sempre più diffuse, le “dashboard camera” (telecamere da cruscotto), meglio conosciute come dash cam, sono quelle particolari videocamere, che, installate in auto, registrano quanto accade all’esterno della vettura, così da poter avere immagini utili, fatti i dovuti scongiuri, per ricostruire la dinamica di un sinistro stradale, o per registrare l’itinerario di un piacevole viaggio turistico.

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Il DRA3 della Aukey è un sistema completo di dash cam, che registra video in alta definizione a 1080p (o 720p) attraverso due videocamere, una anteriore e un’altra posteriore, che funziona anche come telecamera per la retromarcia. Il plus del sistema è rappresentato dal grande touchscreen LCD IPS da 9.66” integrato in uno specchietto retrovisore (dimensioni 283xx74x40 mm), che, attraverso apposite fascette (in dotazione 2 + 2 di riserva), va agganciato a quello già presente in auto.

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Nella confezione di vendita, oltre lo specchietto, che integra anche la cam anteriore con obiettivo estensibile ed orientabile,  per ottenere il miglior campo visivo, e ottica da 170°, ci sono la cam posteriore con ottica da 140°, resistente all’acqua, da montare all’interno o all’esterno dell’auto, l’alimentatore da accendisigari (DC 5V – 2,5A) con cavo lungo 3,5 m, tutto quanto è necessario per un montaggio semplice e sicuro (viti, adesivi 3M, cavi, serracavi ed uno strumento per la rimozione dell’allestimento), il manuale utente e la garanzia.

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Lo specchietto, realizzato in plastica nera di ottima qualità, a display spento, è utilizzabile come un normale retrovisore, in quanto è dotato di una superficie riflettente curva da 2,5D. Sul bordo laterale sono presenti, sotto, il pulsante ON/OFF, sopra, la presa miniUSB per l’alimentazione, lo slot per la microSD (supportate memorie fino a 128 GB) e l’ingresso AV per collegare la cam posteriore.

La registrazione video inizia non appena l’auto viene messa in moto e si ferma nel momento in cui si spegne il motore. Avviene in modalità loop (in segmenti fino a un massimo di 10 minuti ciascuno) ovvero vengono sovrascritti i filmati più vecchi quando lo spazio sulla SD si esaurisce.

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

In caso di incidente, il G-Sensor integrato nello specchietto, rilevato un anomalo brusco movimento, protegge le registrazioni dalla sovrascrittura.

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Il G-Sensor è alla base anche della modalità di parcheggio, quando, ad auto con motore spento e chiusa, il sistema si accende automaticamente, utilizzando la batteria interna ricaricabile da 500 mAh, e registra un breve video di circa 30 secondi se viene rilevato un movimento fisico o una vibrazione.

Come abbiamo avuto modo di verificare nel corso del nostro test su strada, la qualità dei video registrati (in formato MOV) è davvero ottima, anche con poca luce, grazie agli obiettivi con ampia apertura (F/1.4 e F/2.0). La risoluzione è tale da offrire un’ottima visibilità dei minimi dettagli, targhe delle auto incluse.

DRA3, specchietto retrovisore con la dash cam integrata

Molto comode le linee guida che appaiono sul display sovrapponendosi a quanto ripreso dalla cam posteriore quando si effettua la retromarcia. Il sistema DRA3 è in vendita su Amazon a 99,99 euro.

Ricordiamo che per motivi di privacy, i video registrati non possono essere diffusi a terzi ma, in caso di necessità, possono essere utilizzati per discolparsi sul piano civile (per eventuali richieste di risarcimento danni), su quello penale (lesioni personali stradali, omicidio stradale) e anche amministrativo (sanzioni pecuniarie ed accessorie).

Gennaro Annunziata