Torre Annunziata. I giovani della comunità ricordano Matilde Sorrentino con un cortometraggio

Giovanna Salvati,  

Torre Annunziata. I giovani della comunità ricordano Matilde Sorrentino con un cortometraggio

Un cortometraggio per ricordare Matilde Sorrentino, la mamma coraggio uccisa il  26 marzo del 2004. Un cortometraggio di sette minuti che racchiude la storia di una donna massacrata dalla camorra solo per aver denunciato i pedofili di suoi figlio. Il progetto realizzato grazie ad un laboratorio di cortometraggio dei giovani della casa salesiana di mamma Matilde e Brancati è stato presentato questo pomeriggio in diretta Facebook dai parroci don Antonio e don Luca. «L’emergenza Covid-19 non ha fermato il nostro impegno e il nostro progetto – hanno spiegato i due sacerdoti – i ragazzi hanno raccolto testimonianze, ricostruita la storia di Matilde e abbiamo deciso di presentarlo oggi in occasione dell’anniversario della sua morte in diretta Facebook, il virus non ferma le nostre attività, e uniti vinceremo anche questa battaglia».