Contagio zero in Campania dopo il 9 maggio: le previsioni dell’Osservatorio nazionale regione per regione

Redazione,  

Contagio zero in Campania dopo il 9 maggio: le previsioni dell’Osservatorio nazionale regione per regione

Prime Basilicata e Umbria, a fine aprile, ultime Lombardia e Marche, a fine giugno. Nel mezzo, le altre Regioni. A mappare le date entro le quali sarà possibile attendersi zero nuovi contagi da coronavirus, è l’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, coordinato da Walter Ricciardi, ordinario di Igiene all’Università Cattolica. L’Osservatorio ha effettuato un’analisi, regione per regione, con l’obiettivo di individuare la data a partire dalla quale è verosimile attendersi l’azzeramento dei nuovi contagi, e si basa sui dati della Protezione Civile aggiornati al 17 aprile. Ad esempio, per vedere un azzeramento dei casi, nel Lazio dovremmo aspettare almeno il 12 maggio. Nelle regioni del Sud, invece, dovrebbe iniziare tra fine aprile e inizio di maggio. I modelli statistici tengono conto dei provvedimenti introdotti dal Governo. Pertanto “eventuali misure di allentamento del lockdown renderebbero le proiezioni non più verosimili”, sottolinea il direttore scientifico dell’Osservatorio, Alessandro Solipaca.

PIEMONTE: con 19.803 positivi e 2.171 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 21 maggio.

VALLE D’AOSTA: con 993 positivi e 123 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 13 maggio.

LOMBARDIA: con 64.135 positivi e 11.851 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 28 giugno.

BOLZANO: con 2.296 positivi e 234 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 26 maggio.

TRENTO: con 3.376 positivi e 342 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 16 maggio.

VENETO: con 15.374 positivi e 1.026 decessi, registrerà ‘casi zero’ non prima del 21 maggio.

FRIULI VENEZIA GIULIA: con 2.675 positivi e 220 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 19 maggio.

LIGURIA: con 6.188 positivi e 866 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 14 maggio.

EMILIA ROMAGNA: con 21.834 positivi e 2.903 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 29 maggio.

TOSCANA: con 8.110 positivi e 602 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 30 maggio.

UMBRIA: con 1.337 positivi e 57 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 21 aprile.

MARCHE: con 5.668 positivi e 785 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 27 giugno.

LAZIO: con 5.524 positivi e 332 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 12 maggio.

ABRUZZO: con 2.443 positivi e 246 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 7 maggio.

MOLISE: con 269 positivi e 16 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima 26 aprile.

CAMPANIA: con 3.951 positivi e 293 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima 9 maggio.

PUGLIA: con 3.327 positivi e 307 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 7 maggio.

BASILICATA: con 337 positivi e 22 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima 21 aprile.

CALABRIA: con 991 positivi e 73 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del primo maggio.

SICILIA: con 2.625 positivi e 190 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 30 aprile.

SARDEGNA: con 1.178 positivi e 86 decessi, avrà ‘casi zero’ non prima del 29 aprile.