Torre Annunziata: relazione extraconiugale, arrestati per lesioni e rapina moglie e figli di un pregiudicato

Redazione,  

Torre Annunziata: relazione extraconiugale, arrestati per lesioni e rapina moglie e figli di un pregiudicato

I Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale locale su richiesta della Procura della Repubblica oplontina, nei confronti di 7 persone. Sono ritenute responsabili di una rapina e di un pestaggio ai danni di una donna 45enne, per una relazione extraconiugale da lei intrattenuta con un noto pregiudicato del posto (6 dei 7 arrestati sono familiari: la moglie dell’uomo, 4 figlie e 1 figlio).

La sua colpa sarebbe una relazione extraconiugale con un noto pregiudicato di Torre Annunziata. Una relazione osteggiata dalla moglie e dai figli dell’uomo, che hanno organizzato raid punitivi nei confronti della donna, con violenze fisiche e la sottrazione dell’ auto. I fatti sono stati denunciati dalla donna ai carabinieri, che hanno individuato i sette presunti responsabili delle violenze e delle intimidazioni.

Oggi la svolta, con l’esecuzione – da parte dei militari di Torre Annunziata – di sette ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone, sei delle quali sono parenti del pregiudicato. Si tratta della moglie, Anna De Simone e dei figli della coppia Salvatore, Patrizia, Annunziata, Miriana e Valeria Iovane. Con loro è stato raggiunto dai provvedimenti emessi dal gip di Torre Annunziata su richiesta della Procura anche Vittorio Nappi. Le indagini dei militari sono partite dalla denuncia della 45 enne, che ad aprile era stata rapinata da due giovani, che le i avevano sottratto l’auto. ”Le indagini – ha reso noto il procuratore di Torre Annunziata facente funzioni, Pierpaolo Filippelli – permettevano di accertare l’ identità dei due soggetti, e di individuare cinque donne, tutte dello stesso nucleo familiare, le quali si erano recate dalla vittima armate di pistola”. Nei confronti di Nappi e Salvatore Iovane il provvedimento è stato emesso per rapina e lesioni aggravate. A carico di Anna De Simone e delle figlie Patrizia, Annunziata, Miriana e Valeria Iovane i reati contestati sono di detenzione e porto illegale di arma da fuoco.